Scoperta una capsula del tempo di 83 anni nel cantiere di un ex cinema: ecco cosa contiene

straordinario ritrovamentoRisalgono al 1937 gli oggetti trovati in una capsula del tempo nascosta tra le antiche mura di un ex cinema poi trasformato in club ed oggi cantiere di palazzine residenziali

Scoperta a dir poco incredibile quella avvenuta nei cantieri dell’ex club Liquid e Envy a Luton, poco fuori Londra. Gli operai al lavoro hanno fatto un ritrovamento inaspettato: nascosta all’interno di un muro è stata rinvenuta una capsula del tempo, lasciata presumibilmente da uno degli uomini che nel 1937 hanno lavorato al cantiere dell’edificio al 22-44 di Gordon Street progettato dall’architetto Leslie H.Kemp e aperto come Union & Ritz Cinema nell’ottobre 1937. Solo in seguito infatti il cinema è stato trasformato e suddiviso in club, ospitando persino i Beatles durante il loro primo mini tour in Inghilterra.

LEGGI ANCHE =>> La scoperta di Natale: enorme monolite in pan di zenzero compare su una collina di San Francisco

L’azienda Dunstable Active Environmental Services è stata incaricata di rimuovere tutto l’amianto dall’edificio, per una successiva trasformazione dell’area in palazzine con appartamenti con una o due camere da letto. E proprio gli operai di questa azienda hanno trovato la capsula del tempo di 83 anni. Un testimone ha detto: “Inizialmente si pensava fosse spazzatura, ma a un esame più attento era ovvio che qualcuno avesse accuratamente posizionato quegli oggetti nel muro”. E così, posizionata tra i mattoni esterni ed interni, la capsula si è conservata a lungo senza deteriorarsi. Tra gli oggetti scoperti c’erano un frammento del giornale del 14 luglio 1937, un pacchetto di Player’s Navy Cut, Cigarettes – Medium (un marchio di sigarette è stato introdotto nel 1883 e prodotto da Imperial Brands). All’interno del portasigarette c’è scritto, a matita: “1937 … H. Ambridge … Stuccatore … Età: 33 … Ystalyfera …. Swansea.”

Le dichiarazioni di un portavoce

Un portavoce di Active Environmental ha dichiarato: “A causa della mancanza di contenitore, possiamo intuire che il signor Ambridge abbia preso la decisione di lasciare i manufatti in maniera improvvisa“. “A quel tempo i giornali erano uno gli unici modi per ottenere informazioni e fumare sigarette era promosso in modo proattivo dai medici nelle pubblicità, quindi è lecito ritenere che sia un giornale che un pacchetto di sigarette sarebbero stati comunemente trovati oggetti su una persona in quel periodo. Anche se non sapremo mai quali fossero le intenzioni del signor Ambridge dietro la capsula del tempo ovvero se sia stata messa lì davvero di proposito o meno, è emozionante che un edificio così ricco di storia abbia segreti nascosti nelle sue mura”. Un tesoro che, senza la meticolosa attenzione degli operai presenti, con tutta probabilità sarebbe andato perduto per sempre.