La storia di Niger Richards, campione pro di scarabeo anche in Francia (senza conoscere la lingua)

Ripercorriamo l’incredibile storia di Nigel Richards, giocatore professionista di scarabeo che ha vinto anche in Francia senza conoscere la lingua.

La storia di Nigel Richards potrebbe essere benissimo quella di un romanzo o al contrario potrebbe essere romanzata. Dato anche il successo ottenuto da La Regina degli Scacchi con un buon sceneggiatore, il talento di quest’uomo neozelandese non faticherebbe a conquistare milioni di telespettatori. Sì, perché in un epoca in cui vanno così di moda Supereroi alle volte anche le capacità innate di alcuni di noi possono essere viste come “superpoteri”.

Conosciuto sin da ragazzo in patria per la sua memoria eidetica fuori dalla norma (l’abilità di ricordare qualsiasi cosa vedendola), questo giocatore professionista di scarabeo ha sbaragliato ogni concorrenza. Dopo aver imparato a giocare nella città di Christchurch, Nigel ha presto sconfitto qualsiasi avversario si ponesse di fronte, diventando il campione provinciale e poi nazionale. Nel 2007 è diventato per la prima volta campione del mondo, confermando il titolo nel 2011, 2013, 2018 e 2019. Attualmente è l’unico giocatore di scarabeo ad essere riuscito a bissare il titolo mondiale.

Nigel Richards e l’incredibile vittoria al campionato nazionale francese 

Divenuto in questi anni uno dei più vincenti giocatori della storia (forse il più vincente), Nigel può contare nella sua bacheca 5 vittorie al campionato nazionale statunitense, 8 allo Uk Open, 11 al Singapore Open e 15 alla King’s Cup di Bangkok. La sua vittoria più incredibile, però, è quella ottenuta nel campionato mondiale francese. Pur non conoscendo la lingua, Nigel decise di prendervi parte poiché era convinto di poter imparare gran parte del dizionario francese solo leggendolo.

Quella che poteva sembrare un’assurdità, in realtà non lo era, Richards imparò quasi 35mila vocaboli in pochi giorni e vinse il torneo contro avversari madrelingua. Per dimostrare che non si trattò di pura fortuna, si presentò alle ripetizioni battendo costantemente gli avversari e si riprese il titolo nel 2018.