Tragico incidente domestico: bambina di quasi due anni muore nel comasco, era stata schiacciata da una stufa

Tragedia comasco

Ricoverata in condizioni gravissime, la bambina di quasi due anni, portata all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, a seguito del tragico incidente avvenuto all’interno delle mura domestiche, purtroppo non ce l’ha fatta. Nel pomeriggio di ieri, lunedì 11 gennaio, a Cabiate nel comasco, la piccola che si trovava all’interno della propria abitazione con la famiglia, è stata colpita alla testa da una stufa, caduta da sopra un mobile nel quale era posizionata.

L’incidente con molta probabilità, sarebbe stato provocato in maniera involontaria dalla stessa bimba, la quale avrebbe tirato il filo della stufa mentre stava giocando, provocando così la caduta accidentale del pesante apparecchio. In un primo momento, sembrava che la piccola non avesse riportato alcun danno, tanto che avrebbe ripreso la sua attività di gioco come se non fosse accaduto nulla. Poco dopo però, si sarebbe accasciata, perdendo conoscenza.

Vani i tentativi di soccorso per la piccola

Allarmati da quanto accaduto, i famigliari avrebbero chiamato immediatamente gli operatori sanitari del 118, che una volta arrivati sul posto avrebbero trovato la piccola già in gravi condizioni. L’impatto con il pesante oggetto avrebbe infatti provocato un grave trauma cranico, motivo per il quale la bambina si trovava in arresto cardiocircolatorio.

Nonostante le brutte condizione, la bambina è stata sottoposta immediatamente a rianimazione sul posto, ma purtroppo non c’è stato niente da fare. Vani sono stati anche i tentativi di salvataggio da parte dei medici in ospedale, dove la piccola era stata trasportata mediante l’elisoccorso. Sulla vicenda indagano adesso i carabinieri, che hanno nel frattempo raccolto le testimonianze da parte dei famigliari, al fine di far luce su quanto accaduto e stabilire eventuali responsabilità, da parte di chi avrebbe dovuto guardare e stare attento alla bambina.