Saturimetri gratis: chi ne ha diritto?

Nelle farmacie italiane sono disponibili oltre 30 mila saturimetri gratis. A farne richiesta potranno essere tutti i nuclei familiari all’interno dei quali sono presenti persone affette da patologie respiratorie.

I saturimetri sono strumenti importantissimi da possedere in casa. Infatti, essi permettono di misurare e monitorare il grado di saturazione di ossigeno dell’emoglobina presente nel sangue arterioso. Inoltre, sono importanti per la misurazione della frequenza cardiaca. Ciò è fondamentale, specie in tempi di pandemia. In caso di Covid, infatti, disporre di questo dispositivo diventa utilissimo per identificare i pazienti per i quali è necessario il ricovero in ospedale.

Dall’11 gennaio la Società italiana di pneumologia, in collaborazione con Federfarma, ha distribuito nelle farmacie di tutta Italia 30 mila saturimetri gratis ai cittadini. L’annuncio è stato dato Luca Richeldi, presidente della Società italiana di pneumologia e componente del Comitato Tecnico Scientifico: “Questa iniziativa nasce dall’esigenza di far conoscere questo dispositivo, che serve a misurare il grado di ossigenazione del sangue e che può essere un ‘alleato’ prezioso per prevenire le complicanze gravi da Covid. Esso dovrebbe essere presente nelle nostre case quasi come se fosse un secondo ‘termometro’, ma purtroppo, invece, è ancora poco conosciuto”.

30 mila saturimetri gratis nelle farmacie di tutta Italia. Ecco chi potrà riceverne uno

Chi potrà ricevere il saturimetro gratis? A farne richiesta potranno essere tutti i nuclei familiari all’interno dei quali sono presenti persone affette da patologie respiratorie, come l’asma. I primi 30 mila saturimetri sono stati acquistati grazie alle donazioni fatte alla Società italiana di pneumologia. L’obiettivo è quello di distribuire i saturimetri nell’arco di un paio di mesi.

Richeldi ha anche affermato: “I soggetti con malattie respiratorie sono a rischio più alto di complicanze gravi se infettati dal nuovo coronavirus SarsCov2. Proprio il ridotto livello di ossigeno nel sangue, causato da disturbi respiratori e che il saturimetro è in grado di rilevare, è indice infatti del rischio di polmonite interstiziale. Che rappresenta una complicanza grave del Covid. Questi pazienti possono andarvi incontro se infettati ed il saturimetro migliora il loro monitoraggio”.