Si è spento a 96 anni Emanuele Macaluso. Ecco cosa disse di Conte nel giugno scorso

Lo storico dirigente del PCI si è spento oggi all’età di 96 anni. Le sue parole su Conte a giugno: “Molto responsabile e abile, ma non ha alle spalle né un partito né l’apprendistato politico”.

A 96 anni è morto Emanuele Macaluso, ex senatore e giornalista. L’uomo fu parlamentare per 30 anni, dal ’63 al ’92. Fu anche direttore dell’ ‘Unità’ dal 1982 al 1986 ed è stato l’ultimo direttore del ‘Riformista’ dal 2011 al 2012. L’uomo nacque a Caltanissetta il 21 marzo del 1924.

Nel PCI si è sempre contraddistinto come uomo impegnato nella ricerca delle “ragioni del socialismo”. Negli anni scorsi avevano fatto notizia le sue critiche rivolte al PD: “Nato da una fusione a freddo, senza spinta popolare e un disegno politico nella società”.

A giugno 2020 in un’intervista per ‘La Stampa’ si era espresso così su Giuseppe Conte e sull’attuale situazione politica italiana: “Il premier Giuseppe Conte è molto responsabile e abile ma non ha alle spalle né un partito né l’apprendistato politico. Roberto Gualtieri, ministro dell’Economia, è un tecnico di altissimo livello come lo è Giuseppe Provenzano che occupa il dicastero per il Sud. Ma dietro di loro non ci sono i partiti che, invece, ancora oggi sono il nerbo della politica in Inghilterra, Spagna, Germania”.

Morto Macaluso, storico senatore, dirigente del PCI e giornalista. Il ricordo di Conte: “Grande protagonista della vita politica e culturale italiana”

E ancora: “Da noi l’unica forza strutturata è il Pd governato da Nicola Zingaretti che però spesso si barcamena come una navicella in un mare in tempesta. Zingaretti è un buon amministratore ma non esprime una forte leadership. Il Movimento 5 Stelle è allo sbando. I grillini sono spappolati, Vito Crimi non può essere considerato un capo”.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha ricordato in aula a Palazzo Madama, la figura di Emanuele Macaluso: “Mi associo, a nome del governo, a questo ricordo del senatore Macaluso. Io credo che anche chi non ha condiviso le idee politiche possa condividere che è stato un grande protagonista della vita politica e culturale italiana”.

Anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha voluto ricordare Macaluso: “Sono profondamente addolorato, aveva un’acuta intelligenza e il senso del bene comune. Macaluso è stato un protagonista della storia repubblicana e ha contribuito da dirigente politico e da intellettuale alla crescita democratica del Paese”.