Adolescente 18enne muore nel sonno dopo aver contratto la Covid-19 una seconda volta

reinfezione da covid

Contagiato dal Coronavirus per ben due volte, è deceduto improvvisamente nel sonno . La vittima è un 18enne americano di Denver ma le cause della morte andranno chiarite

Un adolescente di Denver è morto dopo aver combattuto contro la Covid-19 per la seconda volta. Wilber Portillo, 18 anni, ha contratto per la prima volta la malattia infettiva dopo aver viaggiato con suo cugino a Los Angeles. Due mesi dopo essersi ripreso dal virus, sarebbe stato stato colpito di nuovo, sviluppando la febbre a seguito di una festa in cui altre due persone sono risultate positive al Covid. Portillo è andato dallo studio del medico il 18 novembre,ed è stata accertata una “infezione molto forte nei polmoni”. “Quella è stata l’ultima volta che l’ho sentito”, ha detto la ragazza di Portillo, Andrea Ferrel, a KDVR. Quella notte infatti l’adolescente è morto nel sonno. I familiari sono sconvolti: “È dura sapere che non c’è più. Era un ragazzo d’oro”. Al momento non è chiaro quali siano state le cause del decesso ma l’ufficio del medico ha informato la famiglia, due giorni dopo la morte, che era risultato positivo al Coronavirus.

LEGGI ANCHE =>> Covid, la scoperta di un chirurgo: più tessuto cicatriziale dei fumatori nei polmoni di molti guariti

Serviranno diversi esami per accertare le cause del decesso

“Ci ha colto di sorpresa come è successo. Non scopriremo mai cosa ha causato la sua morte.” hanno deto i familiari. Gli esperti sanitarui hanno affermato che la reinfezione è possibile seppur in casi molto rari e resta ancora da accertare se il 18enne sia stato reinfettato da un ceppo mutato del virus. Il cugino di Portillo, Jamie Gomez-Gonzalez, sta esortando le persone a prendere sul serio il virus: “non importa quanto tu possa sembrare giovane o sano. Per favore, resta a casa il più possibile”, ha scritto su una pagina GoFundMe per coprire i costi del funerale.