Scoperta maxi festa abusiva con 200 persone durante il lockdown: agenti aggrediti

festa illegale con 200 personeAlmeno 200 partecipanti, assembramenti e nessuna mascherina: è quanto hanno scoperto gli agenti in uno dei quartieri più in di Londra dove è stato organizzato un party illegale

L’ondata di contagi in crescita e i tantissimi decessi quotidiani dovuti con molta probabilità all’ampia circolazione della variante del Coronavirus non placano feste e party abusivi. E così il Regno Unito torna a fare i conti con feste illegali caratterizzate da assembramenti e totale assenza di mascherine. Come successo nelle ultime ore in uno dei quartieri più ‘in’ di Londra dove la polizia è intervenuta per mettere fine ad una enorme festa che coinvolgeva almeno 200 persone. La vicenda è avvenuta in un edificio di Beauchamp Place, Kensington: intorno alle 3.30 le forze dell’ordine sono intervenute in gran numero dopo la segnalazione di assembramenti. I partecipanti sono però diventati ostili ed alcuni hanno aggredito gli agenti per evitare di essere multati, ferendo due poliziotti.

Il proprietario del locale era già stato multato

La polizia ha indagato sul proprietario, al quale era già stata inflitta una multa di 1000 sterline, come riferito dalle autorità. Michael Walsh, delle forze dell’ordine, ha dichiarato: “Partecipare o organizzare feste di questo tipo durante questo periodo critico è una decisione incredibilmente egoista da prendere. Sebbene la maggior parte delle violazioni sia stata risolta senza incidenti, mi rattrista profondamente che alcuni individui abbiano scelto di aggredire la polizia che sta semplicemente facendo la sua parte nella battaglia collettiva contro questo virus mortale”. La polizia ha inoltre sottolineato che non si è trattato di un caso isolato: nel solo ultimo mese diverse feste organizzate a tarda notte e con la presenza di decine o addirittura centinaia di persone sono state scoperte.

LEGGI ANCHE =>> Covid: scoperto dalla polizia un matrimonio con 400 ospiti in una scuola ebraica

Il 20 dicembre, la polizia ha interrotto un raduno illegale in una proprietà commerciale in Montpelier Street. La proprietà da allora è stata chiusa. Il proprietario di un locale in Harrow Road rischia una multa di 10.000 sterline dopo che la polizia ha trovato più di 30 persone assembrate durante un raid del 16 gennaio. E giovedì, la polizia ha anche fermato una festa di matrimonio nel nord di Londra alla presenza di centinaia di persone.