Segue una donna mentre va al supermercato, la stupra e la minaccia: condannato a 12 anni

condannato a 12 anni di carcereHa violentato una donna in un attacco orribile mentre si stava recando al supermercato, poi ha minacciato di ucciderla se avesse parlato. Ma lei ha denunciato tutto

L’autore del violento stupro è Jake Casey, 23 anni, pesantemente condannato per aver aggredito una donna che nelle prime ore della mattinata si era recata a piedi ad un supermarket aperto 24 ore su 24. Secondo la ricostruzione dei fatti l’uomo l’ha avvicinata dicendole che era “bella” chiedendolo poi un abbraccio e infine immobilizzandola e violentandola. I fatti sono avvenuti a Rochdale: la donna ha inizialmente pensato che Casey fosse un “ubriaco fastidioso” e date le sue insistenze gli ha dato un abbraccio per “calmarlo”, come riportato il Manchester Evening News. Lui però le ha messo un braccio attorno al collo, rendendole difficole respirare, poi le ha morso il naso dicendole, insieme ad una serie di parolacce: “Ora fai quello che ti dico”.

Il giudice Bernadette Baxter ha sottolineato che la donna era “terrorizzata” nel corso dell’attacco durato una decina di minuti. In seguito il 23enne le ha detto di avere 15 anni e che se l’avesse denunciato sarebbe stata nei guai perchè era lei l’adulta. Dunque le ha fatto giurare, come riferito dal procuratore Geoff Whelan, che non avrebbe parlato con nessuno dello stupro, dicendole che altrimenti “l’avrebbe uccisa seduta stante” e aggiungendo: “non vuoi nemmeno vedere il coltello nella mia tasca”. Ma non è tutto perchè il 23enne le ha detto che sarebbe “tornato a casa con lei” il che ha aggiunto terrore e angoscia ad una situazione già drammatica. Lei però ha avuto la forza di dirgli che doveva fare la spesa e quando è arrivata al supermercato è entrata nei bagni e ha chiamato la polizia. Poco dopo Casey, che non ha una residenza, è stato arrestato.

Iscritto a vita nel registro dei molestatori seriali

Si è dichiarato non colpevole ma è stato condannato da una giuria per due reati. “È chiaro da questi fatti che si tratta di reati estremamente gravi per i quali è appropriata solo la custodia immediata di una certa durata”, ha detto il giudice. Dopo il calvario vissuto la donna ha rivelato di aver sofferto di incubi e attacchi di panico. Il legale dell’uomo ha detto che Casey è “estremamente immaturo” e che in seguito alla morte della madre ha sofferto di attacchi di depressione. Ma è stato condannato a 12 anni di reclusione, 9 dei quali in carcere ai quali farà seguito un periodo di licenza di 3 anni. Solo quando verrà ritenuto non pericoloso sarà rilasciato ma, in ogni caso, rimarrà nel registro dei molestatori sessuali a vita.

LEGGI ANCHE =>> Assistente di volo violentata e trovata morta dopo Capodanno: 11 uomini accusati di stupro

L’agente investigativo Melanie Jeffery, della divisione CID Rochdale, ha dichiarato: ” È stata una prova estremamente angosciante per la vittima che stava semplicemente andando al supermercato. Casey ha predato la donna e non si è preoccupato di lei, stava per ottenere ciò che voleva. Non ha mostrato alcun rimorso per le sue azioni sin dall’inizio. I suoi atti potrebbero avere un impatto permanente sulla vittima, che ha avuto grande coraggio nel farsi avanti e denunciarlo per assicurarlo alla giustizia”.