Trovato morto il rapper Iron. Continua la serie di morti che sconvolge il mondo dello spettacolo coreano

Il rapper Iron trovato morto dalla sua guardia del corpo. Pochi giorni fa si era suicidata anche l’attrice coreana Song Yoo-jung.

Un’altra morte sconvolge il mondo dello spettacolo della Corea del Sud. Dopo la morte per suicidio dell’attrice 26enne Song Yoo-jung, famosa per la serie di Mbc Make Your Wish, un’altra tragica notizia arriva dal paese asiatico. Il rapper Iron è stato trovato morto nella sua residenza da una guardia del corpo. Il suo corpo giaceva sanguinante su un letto coperto di fiori. Con molta probabilità si tratta di un altro suicidio.

Il cantante era stato al centro di diverse polemiche e accuse negli ultimi anni. Nel 2017 l’ex fidanzata lo aveva accusato di violenza sessuale, con il tribunale che condannò il rapper a 8 mesi di prigione, 2 anni di libertà vigilata e 80 ore di servizio civile. Nel dicembre scorso, invece, aveva picchiato un minorenne con una mazza da baseball.

Corea del Sud, morto a 25 anni il rapper Iron. Pochi giorni fa si era suicidata un’altra giovane artista, l’attrice 26enne Song Yoo-jung

Cosa c’è alla base di questi continui episodi tragici? In Corea del Sud l’allarme sulle condizioni psicologiche di questi giovani artisti è stato evidenziato da molto tempo. Infatti, sono tantissime le pressioni che questi artisti hanno. Il giudizio social sulle loro performance artistiche è, spesso, tagliente. Molti giovani, quindi, non reggono la pressione.

Un misto, dunque, di pressioni social, bullismo e abusi. Sono tantissimi i ragazzi che si suicidano in Corea del Sud, non solo nell’ambito dello spettacolo. Infatti, il paese asiatico ha il più alto tasso di suicidi tra le 37 nazioni sviluppate che compongono l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.