Grande Fratello Vip, Alda D’Eusanio non viene squalificata, il pubblico la salva al televoto

Ieri sera, Alda D’Eusanio non è stata squalificata dal “Grande Fratello Vip” per avere pronunciato la “n word”. Il pubblico l’ha salvata attraverso un televoto flash.

Ieri sera, durante la puntata serale del “Grande Fratello Vip”, è stata affrontata la polemica che ha visto protagonista, negli ultimi due giorni, Alda D’Eusanio. La giornalista e conduttrice tv, entrata nella Casa venerdì come ultima concorrente ufficiale dell’edizione in corso del reality show di Canale 5, sabato sera è stata protagonista di un brutto episodio. Mentre tutti gli inquilini della Casa del bunker di Cinecittà erano a cena, Alda ha pronunciato la “n word” (ve ne abbiamo parlato qui).

Ovviamente l’episodio non è passato inosservato e ieri sera, in diretta, è stato affrontato da Alfonso Signorini. Per questo, Alfonso ha chiamato la D’Eusanio in confessionale:

“Dobbiamo parlare di un fatto che è accaduto nella casa, di cui tu involontariamente, lo pensiamo tutti quanti questo, ti sei resa protagonista. . Con un’eccessiva leggerezza, ti sei lasciata andare sabato sera a qualcosa, purtroppo, di spiacevole che ha sollevato un gran marasma”.

Alla visione del filmato relativo all’episodio incriminato, Alda, non comprendendo inizialmente di avere pronunciato la “n word”, ha dichiarato:

“Cattivo gusto. Cosa ci sono i genitori cattolici che si sono risentiti?“.

Alda D’Eusanio: “Chiedo scusa per quello che ho detto”

Resasi conto dell’errore, in un secondo momento, la conduttrice ha chiesto scusa per quanto detto:

“Mi dispiace, chiedo scusa. Bisogna dire una cosa, che oggi come oggi nel modo di parlare molto spesso sbagliamo. E scambiamo i due termini, e non lo facciamo apposta. Perché l’atteggiamento è di totale democrazia e di egualitarismo totale. Fino a pochi anni fa si diceva in un modo, poi la parola è cambiata. E’ come dire un camminante e un nomade, uno zingaro e un rom. Non lo si fa apposta, e mi dispiace se qualcuno si è offeso. Questa è una cosa che mi dispiace. Lo dico con molta sincerità”.

Come già fatto sui social, Enock Barwuah, ex inquilino della Casa, ha preso la parola per spiegare ad Alda la gravità della parola pronunciata. La D’Eusanio, dal canto suo, si è così giustificata:

“Dovete anche capire se la persona lo dice con l’intenzione di offendere, oppure se lo dice perché ha sbagliato termine. Perchè allora, a questo punto, se una persona usa questo termine nei suoi confronti in modo spregiativo è un conto, se invece è perché sbaglia termine, ma non ha alcun atteggiamento spregiativo nei confronti della sua pelle, allora è diverso. Allora c’è un contro razzismo, a questo punto. Io capisco tutto quello che il popolo di colore nero ha sofferto e da persona di colore bianco chiedo perdono per tutto quello che la razza bianca ha fatto agli schiavi neri. Chiedo perdono. Chi non crede nel razzismo ogni tanto può sbagliare, e voi questo dovete perdonarlo”.

Il “Grande Fratello”, al contrario di quanto avvenuto con Fausto Leali che, per avere pronunciato la stessa parola, era stato immediatamente squalificato dal gioco, ha deciso che a decidere se Alda potesse o meno restare nella Casa, fosse il pubblico, attraverso un televoto flash. Con il 56% delle preferenze, il pubblico ha deciso di far rimanere Alda nella Casa.

Maria Rita Gagliardi