Giudice chiede tesserino e titolo di studio ad avvocato di colore: “Questo non è razzismo, è idiozia”

Hillary Sedu

Ospite nel salotto del programma condotto da Paola Saluzzi, “Ora Solare“, in onda su Tv2000, Hillary Sedu, avvocato napoletano di origine nigeriane. Di recente, Hillary Sedu è stato protagonista di uno spiacevole aneddoto, avvenuto all’interno del tribunale dei minori, durante lo svolgimento in udienza della sua assistita, una donna immigrata, a seguito di richiesta riguardante il rilascio del permesso di soggiorno.

Una storia che ha dell’incredibile e che rispecchia nel termine di “idiozia“, la parola cardine che meglio rappresenta quanto accaduto. Giunto il momento della discussione inerente alla causa infatti, il neo magistrato onorario, ha chiesto a Hillary Sedu dapprima l’esibizione del tesserino, per poi domandargli se fosse avvocato e se fosse laureato.

Incredulo su quanto accaduto, l’avvocato napoletano spiega di essersi dovuto frenare dall’impulso di “insultarla“, mettendo in primo piano il bene della sua causa nei confronti della sua assistita e della sua bambina.

Questo non è razzismo, è idiozia. Quel giudice onorario andrebbe rimosso, perché non è possibile che accadano ancora cose del genere“. Hillary Sedu infatti non solo è un avvocato ma è anche consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Napoli.

Il magistrato Maurizio Baruffo cerca di stemperare i toni su quanto accaduto

Su quanto accaduto è intervenuto anche Maurizio Baruffo, presidente della sezione del tribunale per i minorenni, il quale ha cercato di giustificare quanto accaduto, dichiarando come sicuramente, ciò che era successo, fosse stato soltanto un “malinteso“, considerando che all’interno dell’ufficio, così come nelle persone che lo rappresentano e che operano all’interno, non può esistere nessuna forma di razzismo.

A tal proposito, Baruffo invita proprio l’avvocato napoletano a fare luce sullo spiacevole accaduto:”Conosco l’avvocato Sedu, ho stima di lui, lo aspetto in ufficio. Venga quando vuole e chiariremo tutto“.