Suv imprigionato nella neve: surriscalda il motore per liberarsi e muore carbonizzato

auto imprigionata nella neveUn uomo è morto nell’incendio divampato nel suo Suv rimasto bloccato in un cumulo di neve: anzichè aspettare il carro attrezzi ha surriscaldato il motore scatenando il rogo

È rimasto bloccato nella neve con il suo Suv ma è morto a causa di un incendio. Sembra paradossale ma è quanto accaduto ad un guidatore, rimasto bloccato all’interno del suo veicolo a seguito di una intensa nevicata che ha colpito il New Jersey: il mezzo è andato a finire in un cumulo di neve, come riportato dal dipartimento della polizia di Little Ferry. L’incidente è avvenuto all’altezza di Losen Slote Creek Park, a 10 miglia a nord est di New York City: il veicolo è caduto da un terrapieno probabilmente a causa di uno strato di ghiaccio e la neve lo ha letteralmente bloccato. Ma l’uomo non si è dato per vinto, cercando a lungo di liberare il mezzo accendendo il motore e premendo sull’acceleratore e facendo muovere il mezzo avanti e indietro, senza successo. Un comportamento che ha avuto però conseguenze gravi: così facendo infatti il motore del Suv si è surriscaldato al punto da prendere fuoco. Ronald Klein, capitano della polizia di Little Ferry, ha confermato che due agenti hanno trovato un guidatore di 62 anni nel Suv bloccato e gli avrebbero detto di smettere di accelerare inutilmente per non causare danni all’auto.

LEGGI ANCHE =>> Madre si fa uccidere da due sicari per difendere la figlia: ha finto di essere lei

Gli agenti stavano chiamando il soccorso stradale

Ma mentre stavano tornando al loro veicolo per chiamare il carro attrezzi hanno uduto uno scoppiettio e hanno visto il Suv prendere fuoco. A quel punto sono tornati indietro cercando di entrare nel veicolo ma le portiere erano chiuse; hanno dunque rotte il finestrino posteriore del passeggero ma pochi istanti dopo il mezzo è stato completamente avvolto da fumo e fiamme, costringendo gli agenti a ritirarsi ad una distanza di sicurezza mentre l’automobilista, bloccato all’interno, è morto carbonizzato. Il suo nome non è stato pubblicamente diffuso ma, come confermato dalla polizia, la famiglia è stata informata del suo decesso. Sul caso sono state avviate le indagini, condotte dal dipartimento di polizia di Litte Ferry in coordinamento con l’ufficio del procuratore della conte di Bergen. La grande tempesta invernale che ha colpito questa zona degli Stati Uniti ha provocato decine di incidenti, portato alla sospensione dei voli ma anche alla chiusura di scuole, siti di vaccinazione Covid e a numerosi blackout.