“Non sprecate soldi. Non mi prenderete mai”: in manette Mirko Oro

Mirko Rosa

Conosciuto meglio come “Mirko Oro”, Mirko Rosa, ex re dei negozi “compro oro“, era già stato nel 2015, al centro dell’ inchiesta condotta della guardia di finanza, “Gold Finger“. L’imprenditore dopo aver fatto fortuna , era stato infatti condannato a tre anni e due mesi con l’accusa di ricettazione e false fatturazioni. Fuggito all’esterno ha cercato di far credere alle forze dell’ordine di trovarsi in posti diversi da dove era realmente, pubblicando dei video su Tik Tok.

Dopo diverse ricerche da parte dei carabinieri, l’imprenditore 46enne originario di Busto Arsizio, comune in provincia di Varese, è finito in manette. Rosa, aveva cominciato una sfida con le forze dell’ordine, con la convinzione di rimanere impunito. “Maresciallo non sprecare i soldi, tanto non mi prenderete mai“. Queste le parole che aveva usato.

Il 46enne imprenditore di Busto Arsizio, Mirko Oro, arrestato in Svizzera 

Qualcosa però è andato storto, visto che è caduto nella trappola degli investigatori. Non appena arrivato il via libera da parte dell’autorità giudiziaria, le manette non sono tardate ad arrivare. L’imprenditore è stato arrestato in Svizzera, grazie ad un mandato di cattura europeo, emesso già lo scorso gennaio da parte della Procura di Busto Arsizio.

Il 46enne, attivo nel settore della compravendita dell’oro, è accusato di molteplici reati:dalla truffa al riciclaggio, da maltrattamenti in famiglia a lesioni personali e uccisione di animali, sino alla simulazione di reato e oltraggio a danno di pubblico ufficiale.

Attualmente Mirko Rosa si trova nel carcere di Lugano, “La Ferera”, in attesa di estradizione. Il legale del 46enne, Stefano Colombetti, insieme al tribunale svizzero, stanno ora valutando cosa fare. Nel frattempo, i carabinieri continuano le indagini per ricostruire ed identificare eventuali terze persone, coinvolte nell’allontanamento e nella latitanza di Mirko Rosa.