L’ex attore Alex Van Damme aggredito a Roma con un sanpietrino

L’ex attore 44enne è stato aggredito a Roma da un iracheno. Van Damme ha riportato un trauma cranico e diverse ferite, ma non è in pericolo di vita.

Brutta disavventura capitata al 44enne Alex Van Damme, ex attore cinematografico, conosciuto anche per aver lavorato in compagnia di Raoul Bova in passato. L’ex attore è stato aggredito con un sanpietrino e colpito da esso al volto e in altre parti del corpo. Inoltre, è stata usata anche una bottiglia di vetro. A compiere tale aggressione è stato un 40enne iracheno. I due stavano discutendo sul lungotevere dei Cenci, all’altezza di piazza delle Cinque Scole, al centro di Roma.

Il motivo che avrebbe scatenato la lite fra i due uomini sarebbe legato a questioni economiche. Van Damme, infatti, aveva chiesto all’iracheno la restituzione di un prestito in denaro.

Aggredito a Roma l’ex attore Alex Van Damme. L’uomo non è in pericolo di vita

Van Damme ha allertato immediatamente i militari della stazione Piazza Farnese. Dopo essere intervenuti sul posto, i carabinieri sono riusciti a bloccare l’aggressore. Inoltre, sono stati ritrovati il sanpietrino e il coccio di bottiglia con le tracce di sangue. L’iracheno è stato arrestato con l’accusa di lesioni personali gravi.

Van Damme è stato soccorso e portato al Policlinico Umberto I. L’uomo non è mai stato in pericolo di vita, ma ha riportato un trauma cranico, ferite alla bocca e al naso e traumi addominali e cervicali. La prognosi è di 21 giorni.