Maxi tamponamento con 100 veicoli: infermiera sopravvissuta esce dall’auto e va a lavorare

infermiera sopravvissutaÈ uscita strisciando dal suo veicolo rimasto coinvolto nello spaventoso maxi tamponamento avvenuto nelle scorse ore in Texas ma, nonostante lo shock, è riuscita a presentarsi al lavoro in ospedale, timbrare il cartellino ed iniziare a lavorare.

Si sta molto parlando della storia di un’infermiera del Texas settentrionale, sopravvissuta al drammatico incidente di giovedì avvenuto intorno alle 6.30 del mattino sull’Interstate 35W appena a nord del centro di Fort Worth; almeno sei persone sono decedute, intrappolate tra le lamiere di decine di veicoli tra auto, suv, furgoni e camion ammassati gli uni sugli altri e almeno 36 persone rimaste ferite e trasportate negli ospedali locali. L’incidente è avvenuto poichè una tempesta invernale ha provocato la caduta di pioggia gelida, nevischio e neve che hanno portato alla formazione di una enorme lastra ghiacciata anche su strade statali e autostrade.

Rebecca ha telefonato a un collega per farsi venire a prendere

Rebecca Benson, infermiera, stava andando al lavoro come un qualsiasi altro giorno, seppur consapevole dell’arrivo del maltempo. Ma quando è uscita di casa le strade erano asciutte ma ben presto si è resa conto che il ghiaccio aveva coperto molte strade. “Ho iniziato a fare fatica a controllare il mio veicolo finchè mi sono trovata davanti molti mezzi incidentati, tra i quali un semirimorchio della Coca-Cola ed un secondo camion con Bisarca disposti in modo da formare una specie di triangolo”. La donna ha cercato di capire se poteva frenare ma quando si è resa conto che l’auto non rispondeva ai suoi comandi è andata a finire proprio in mezzo a quel triangolo di lamiere iniziando a pregare che non le capitasse niente. “Dopo l’impatto con i camion ho cercato di rilassarmi ma tremavo ogni volta che un’altra auto o camion si schiantavano contro i mezzi già incidentati”. “Ho guardato nello specchietto retrovisore – ha spiegato l’infermiera – e ho visto tutte queste macchine che si dirigevano verso di me. Quindi penso che sia stata la parte più spaventosa, sapendo di essere sopravvissuto a questa enorme catena di veicoli distrutti” ha detto Benson in un’intervista a World News Tonight della ABC.

LEGGI ANCHE =>> Maxi tamponamento a catena durante la violenta tempesta di neve: 66 veicoli coinvolti e 2 morti

La donna ha descritto la scena come “bizzarra, come un film di zombi”. Poi ha sentito qualcosa sul tetto dell’auto: “Ho visto delle gambe scendere dal parabrezza, era un automobilista che cercava di raggiungere eventuali feriti. Qualcuno ha aperto il retro della mia macchina chiedendomi se stavo bene. Strisciando verso il retro del veicolo (le porte erano tutte bloccate) l’infermiera è riuscita a uscire. Poi ha telefonato ad un collega che si trovava nelle vicinanze e ha avuto un passaggio per andare al lavoro. “Ho chiesto ad un agente se potevo lasciare la mia auto lì e andare a lavorare, così ho saltato la barriera raggiunendo l’altra parte dell’autostrada”. I due sono rimasti bloccati nel traffico per due ore prima di arrivare in ospedale ma l’infermiera è riuscita a fare mezzo turno. Solo alla fine della giornata lavorativa, su insistenza del marito, è andata a farsi controllare da un medico. “Ho dolore al collo, alla spalle e il mio gomito sinistro è contuso, ma sono stata incredibilmente fortunata”.