“Non conteranno più niente”: Marco Travaglio durissimo contro il Movimento 5 Stelle

Travaglio Marco

Ieri giovedì 11 febbraio, durante la puntata del programma condotto da Lilli Gruber, “Otto e Mezzo“, andata in onda su La7, il direttore del “Fatto Quotidiano“, Marco Travaglio si è espresso in merito all’appoggio da parte del Movimento 5 stelle verso il governo Draghi sulla piattaforma “Rousseau“.

Secondo Travaglio, prima di dare completo appoggio, il Movimento 5 stelle, avrebbe dovuto chiedere maggiori conferme: “Prima di calarsi le brache avrebbero dovuto chiedere qualche garanzia in più. Non conteranno più niente“. Parole forti, quelle usate dal giornalista, secondo il quale insomma, il movimento pentastellato, si sarebbe consegnato troppo facilmente al governo Draghi.

Non sono mancate le parole spese anche verso Beppe Grillo, che secondo Travaglio appare tutt’altro che stupido. Nonostante ciò, Il direttore del Fatto Quotidiano è rimasto particolarmente perplesso di fronte alla scelta pro Draghi del leader del Movimento 5 stelle.

Marco Travaglio non risparmia neanche Beppe Grillo

Travaglio ribadisce come una qualsiasi persona del Movimento, sapendo tutto il contesto, avrebbe senza neanche pensarci, votato “no“ad occhi chiusi. Il solo pensiero di andare al governo con Berlusconi doveva già essere un motivo abbastanza forte.

Il direttore ha dunque cercato di giustificare in modo abbastanza ironico il leader del Movimento: ” È stato intortato da quel volpone di Draghi con la supercazzola del super-ministero della transizione ecologica“. La stessa conduttrice Lilli Gruber, ha sentito forte pessimismo nelle parole espresse dal giornalista.