19enne romano rapina gioielleria nel suo quartiere: “Voglio fare il bandito, lasciatemi in pace”

Il crimine è la mia strada, mi piace l’adrenalina. Per avere tutte le cose che desidero ci vogliono i soldi e così me li procuro.” Questa è la rivendicazione di un diciannovenne romano dopo essere stato arrestato per una rapina in una gioielleria. I fatti risalgono a giovedì scorso, il giovane ha fatto irruzione in una gioielleria del quartiere capitolino Monteverde, brandendo un coltello da macellaio.

Gli investigatori hanno visionato le immagini riprese dalla videosorveglianza ed ascoltato il titolare del negozio. Il diciannovenne ha cominciato a urlare minacce e si è fatto aprire la vetrina blindata. Poi ha arraffato gioielli per un valore di circa diecimila euro, toccando tutto senza l’ausilio dei guanti e lasciando decine di impronte e si è dato alla fuga. Il ragazzo, a cui è anche scivolata la mascherina dal volto, era vestito con abiti facilmente riconoscibili.

Gli agenti non hanno faticato molto a rintracciarlo e a meno di 24 ore dal furto si sono presentati a casa del giovane per la perquisizione. Nell’abitazione è stata rinvenuta parte della refurtiva e il coltello da macellaio. Alle domande delle Forze dell’ordine, il giovane avrebbe risposto senza scomporsi e senza mostrare segni di pentimento: “Io così mi diverto e voglio fare il bandito, lasciatemi in pace.”