Foggia piange Alice, la 17enne investita lo scorso 13 ottobre: dopo 4 mesi di coma non ce l’ha fatta

Policlinico Riuniti Foggia

Non c’e l’ha fatta Alice, la ragazzina 17enne che lo scorso 13 ottobre a Foggia, era stata travolta e investita mentre attraversava la strada. Dopo mesi di coma e un calvario che l’ha vista sottoporsi a diversi interventi, nella notte di ieri sera, Alice è morta.

Ricoverata al policlinico Riuniti di Foggia, le condizione della ragazza erano sin da subito apparse molto gravi. Nonostante i soccorsi immediati e il ricovero in ospedale, il trauma cranico riportato non ha lasciato scampo alla ragazza. Alice è rimasta in coma per quattro mesi, mesi in cui amici e famigliari hanno sperato fino alla fine che il miracolo potesse arrivare.

Le speranze sembrano esserci tutte, visto che la ragazza dopo due settimana era riuscita a svegliarsi. Le sue condizioni erano però molto gravi, tanto da aver portato i medici a decidere per il coma indotto. In questi quattro mesi, Alice era stata sottoposta ad almeno dieci interventi, tra cui l’ultimo, quello che le sarebbe costato la vita.

Il dolore della mamma 17enne in cinque semplici parole: “Alice è volata in cielo”

Alice 17enne Foggia

Ad annunciare la triste notizia, la mamma di Alice, Teresa, la quale attraverso il suo canale social di Facebook, si sarebbe limitata a scrivere soltanto queste parole: “Alice è volata in cielo“. Alice avrebbe dovuto essere trasferita in un ospedale specializzato ma viste le condizioni, il volo in elicottero si sarebbe rivelato troppo pericoloso.

Tramite una raccolta fondi, la famiglia aveva raggiunto una cifra considerevole, 15mila euro in un solo giorno. Cifra che sarebbe servita proprio per il volo che avrebbe dovuto sostenere. Adesso, grazie alla piattaforma GoFundMe, i ricavati verranno devoluti in beneficenza, per volere della famiglia, ai più bisognosi.

In attesa di sapere la data stabilita per il funerale, amici e pareti hanno manifestato il loro dolore attraverso messaggi che continuano a moltiplicarsi. Una perdita che ha scosso l’intera comunità, la quale ha sperato fino alla fine, che questa triste vicenda, potesse concludersi diversamente.