Post della Hunziker sull’emancipazione femminile: boom di like ma c’è una imprecisione

Michelle Hunziker

Sta facendo molto discutere il post pubblicato sul social di Instagram dalla conduttrice e showgirl svizzera, Michelle Hunziker, da sempre impegnata nella lotta contro la violenza e i diritti sulle donne.

La Hunziker ha infatti più volte ribadito come alcune stereotipi legali alla figura femminile, le abbiamo sempre dato fastidio. Sin da piccola molto spesso, solo perché si è una donna, ci si sente dire espressioni come: “piangere è da femminuccia“, “le femmine sono deboli“, “non è un gioco per femmine” “stai zitta, che ne sai, sei una femmina” ecc.

Insomma tutte espressioni che a detta della conduttrice risultano fortemente ingiuste. Proprio a questo proposito, sin da sempre la Hunziker ha cercato nel suo piccolo, di evidenziare come fosse fondamentale esprimere la gioia dell’essere donna, così come risulta importante, mostrarsi in tutte le sue “sfaccettature“.

L’occhio attento dei follower nota un particolare 

Fino a qui il pensiero della Hunziker non fa una grinza. Cosa, sta facendo allora discutere, tanto da far storcere il naso ai propri follower? “Non abbiamo più bisogno di trasformarci in maschi o emulare i loro comportamenti per essere ritenute intelligenti. Spero di riuscire ancora a vedere in questo paese che tanto amo un giorno una prima ministra donna“.

Queste sono alcune delle parole della didascalia che accompagnano la foto postata. La showgirl, ha puntualizzato come dopo Nilde Iotti, prima donna che nel 1979, ha ottenuto una delle tre cariche più importanti nella Repubblica Italiana, quale “Presidente della Camera dei Deputati“, mai più nessun esponente femminile ha ricoperto cariche di così alto rilievo.

Proprio su queste considerazioni, è scattata una forte la polemica, che ha visto diversi follower in netto contrasto su quanto espresso. Molti fanno notare che Nilde Iotti non è stata la sola donna a ricoprire cariche importanti. Tra i nomi di donne citati appaiono infatti anche Maria Elisabetta Alberti CasellatiLaura Boldrini e Irene Pivetti.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Michelle Hunziker (@therealhunzigram)