Lo Spallanzani approva lo Sputnik V: “Risposta immunitaria comparabile a quella dei vaccini già autorizzati”

Il gruppo di esperti dello Spallanzani di Roma approva lo Sputnik V: “Ottimo profilo di sicurezza a breve termine”.

Il vaccino russo Sputnik V ha passato l’esame della commissione di studio dello Spallanzani di Roma. Emblematiche le parole del gruppo di esperti dell’ospedale romano, presieduto dal direttore sanitario Francesco Vaia: “Ottimo profilo di sicurezza a breve termine. Risposta immunitaria comparabile a quella dei vaccini già autorizzati. Dati di efficacia clinica comparabili a quelli dei due vaccini più efficaci attualmente disponibili”.

E ancora: “Si ritiene che il vaccino Sputnik V possa avere un ruolo importante nei programmi vaccinali contro Sars-CoV-2”.

Queste le parole di Andrea Antinori, uno dei medici dell’equipe dello Spallanzani che ha prodotto il parere tecnico scientifico: “Dal 2 febbraio, da quando la rivista scientifica Lancet ha pubblicato online i risultati della fase 3, possiamo dire che questo vaccino è molto efficace, sicuramente più di Astrazeneca”.

Lo Spallanzani approva il vaccino russo Sputnik V: “Dati di efficacia clinica comparabili a quelli dei due vaccini più efficaci attualmente disponibili”

Il parere tecnico scientifico dello Spallanzani di Roma ha evidenziato un’efficacia del 91,6% del vaccino Sputnik V.

Un documento di nove pagine è stato inviato al ministero della Salute, in modo da sollecitare le decisioni politiche. Starà ora al ministro Roberto Speranza chiedere ai due organismi autorizzativi europeo e italiano, Ema ed Aifa, di spingere affinché il vaccino abbia il via libera.

Anche l’assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, sta invocando il bisogno di altri vaccini. Si ha, infatti, un’urgenza assoluta di incrementare la campagna di vaccinazione di massa.