Papà va a prendere i figli al parco: freddato dai proiettili vicino ai bambini

ucciso un uomoMomenti di terrore in un parco di Oakland dove un uomo, padre ed ex allenatore di una squadra di calcio giovanile, è stato ucciso da ignoti vicino ad un raduno di bambini

Un padre che stava andando a prendere i suoi due figli piccoli durante gli allenamenti di calcio in un parco di Oakland è stato ucciso a colpi di arma da fuoco durante il raduno dove 60 bambini, di età compresa tra 5 e 14 anni, stavano finendo le loro esercitazioni. Come riportato da The Chronicle la vittima è un ex allenatore di una squadra di calcio giovanile di Oakland: era appena arrivata al Concordia Park sulla 64esima Avenue mercoledì pomeriggio quando sono stati esplosi i colpi. Lo ha confermato Walté Orr, presidente e allenatore del programma Oakland Dynamites Youth Football. “Stavo istruendo i bambini e ho sentito uno sparo – ha detto Orr – Ho cercato di portare i bambini in un posto sicuro e poi ho sentito un altro sparo. Il mio obiettivo principale erano i bambini. Abbiamo solo cercato di proteggerli e assicurarci che stessero bene.”

Cosa è successo? Un testimone racconta tutto

Orr ha detto che lui e altri allenatori hanno portato i bambini lontano dalla scena della sparatoria. Un vigile del fuoco fuori servizio è intervenuto tentando manovre salvavita ma l’uomo è morto. Orr non ha fornito il nome della vittima per rispetto della famiglia dell’uomo e perché i funzionari stavano ancora cercando di informare la sua famiglia prima di rilasciare la sua identità. La vittima era arrivata da poco, aveva salutato gli allenatori e le famiglie riunite al parco e stava semplicemente aspettando che gli allenamenti finissero per poter riprendere i suoi figli. I bambini erano raggruppati per età: l’orario previsto per la fine degli allenamenti erano le 1730 ma i bambini si stavano divertendo così tanto “che abbiamo perso la cognizione del tempo”. Gli spari sono stati uditi intorno alle 17:36: Orr ha detto di non aver sentito alcuna discussione o litigio prima degli spari, e ha confermato di non aver visto chi ha esploso i colpi. Poco dopo ha però visto un corpo immobile a terra. Secondo quanto dichiarato dalle autorità poco dopo un sospetto si sarebbe consegnato alla polizia di San Leandro.

LEGGI ANCHE =>> È morto il mostro di Cleveland: stuprò e uccise undici donne nascondendo i corpi in giardino

“Non se lo meritava”

Era un grande uomo. Un padre di famiglia “, ha detto Orr a The Chronicle. “Era un leader straordinario nella comunità e molto rispettato”. La vittima era un ex allenatore dei Dynamites nel 2019. Era un mentore per i bambini sul campo di calcio e sul campo da basket, ed era noto per frequentare un centro ricreativo locale di basket. Era “un grande giocatore con esperienza semiprofessionale”, ha detto Orr. Il capo della polizia di Oakland LeRonne Armstrong ha definito l’incidente “una delle mie più grandi paure” come membro della comunità e genitore. “Questa sfacciata sparatoria diurna ha messo in pericolo dozzine di giovani, i loro genitori, i loro cari e i membri della comunità circostante“, ha detto Armstrong. “La mia richiesta è la stessa che ho chiesto nel mio giuramento come capo, la nostra comunità e la nostra città devono unirsi e stare con i membri dell’OPD mentre lavoriamo tutti per porre fine alla violenza a Oakland”. Chiunque abbia informazioni su questo incidente, ha sottolineato, contatti l’unità omicidi del Dipartimento di Polizia.