Contagiato da variante del Covid dopo la prima dose di vaccino: è morto a 52 anni

stroncato da varianteAveva fatto la prima dose di vaccino ma è stato contagiato dalla variante inglese del virus: poco dopo la seconda dose le sue condizioni sono peggiorate ed è morto

Si era già sottoposto alla prima dose del vaccino anti Covid e stava aspettando la seconda ma è stato contagiato da una variante del Coronavirus che se lo è portato via. La vittima è un operatore socio-sanitario di Pietravairano, comune in provincia di Caserta, stroncato dalla Covid-19 a soli 52 anni. Ugo Scardigli, questo il nome dell’uomo, si trovava al Covid Center di Maddaloni: il ricovero è stato disposto in seguito al rapido e drastico peggioramento delle sue condizioni, come riportato da Fanpage. Il contagio, con variante inglese del virus, sarebbe avvenuto tra la prima e la seconda dose del vaccino. La prima delle due dosi previste era stata fatta nel mese di gennaio mentre la seconda il 3 febbraio: prima di questo giorno però il 52enne ha iniziato a manifestare i sintomi riconducibili al contagio da Coronavirus e poco dopo aver ricevuto la seconda dose le sue condizioni si sono aggravate.

LEGGI ANCHE =>> Covid, nuovo inquietante caso: 11enne ricoverata e intubata senza patologie pregresse

Le condizioni sono peggiorate poco dopo la seconda dose

A quel punto è stato portato al nosocomio di Sessa Aurunca dove è stata accertata la positività al del Coronavirus e dove i medici gli hanno diagnosticato una polmonite bilaterale grave. Nelle ore successive l’uomo è stato trasferito nel secondo ospedale a Santa Maria Capua Vetere. Anche qui il tampone ha dato esito positivo e gli esami sono stati inviati all’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno per capire come possa essersi infettato dopo l’inoculazione del vaccino: è emerso dunque che l’operatore socio-sanitario era stato contagiato dalla variante. Un secondo trasferimento è avvenuto dopo il peggioramento della polmonite: è stato ricoverato al Covid Center di Maddaloni ma nella mattinata del 27 febbraio è deceduto. Le indagini proseguono per accertare se soffrisse di patologie pregresse.