Attaccati da uno squalo tigre? La biologa marina Andriana Fragola spiega come fare

Andriana Fragola-Squalo tigre

Tra le meraviglie della natura, il mondo acquatico e marino, con le sue diverse e innumerevoli varietà di specie che lo compongono, ha sempre attirato la curiosità di molti, scatenando un fascino non indifferente.

Tuttavia, il mare ci riserva anche creature che incutono paura e terrore. Basti pensare agli squali, da sempre tra i predatori più temuti dall’uomo. Non a caso, gli squali sono molto spesso protagonisti all’interno di pellicole cinematografiche e tutte le volte, l’uomo si trova puntualmente ad affrontare situazioni di grande pericolo in loro presenza.

Ma cosa dobbiamo fare, nell’eventualità in cui dovessimo trovarci di fronte ad una creatura del genere? A questa domanda, ha risposto Andriana Fragola, esperta di squali, nonché biologa subacquea e marina alle Hawaii.

Se dovesse capitarvi di trovarvi in questa rara situazione, in cui uno squalo tigre si avvicina, ecco cosa dovete fare

Attraverso un video postato sui social, la biologa ha infatti spiegato come comportarsi, di fronte ad una delle specie più temute di sempre, lo squalo “tigre“, secondo per pericolosità solo allo squalo bianco.

Nel filmato, Andriana Fragola, fronteggia infatti con grande calma e con grandi nervi saldi, senza alcuna esitazione, l’enorme predatore di fronte a lei. Tende verso di lui il braccio sinistro e poggia il palmo della mano proprio sulla punta del muso dello squalo. Così facendo, lo squalo non accenna a nessun attacco ma anzi, appare come ipnotizzato.

Nel momento in cui lo squalo si avvicina, così come spiega la biologa, è importante mantenere il contatto visivo. E’ necessario poi allungare il braccio verso di lui e fare pressione sulla testa dello squalo con la mano, spingendo su e giù: “Lasciate scorrere il palmo della mano sul suo fianco per mantenere uno spazio extra nel caso in cui l’animale fosse intenzionato ad avvicinarsi di nuovo“.

Il consiglio migliore dato dalla biologa è infatti quello di mantenere la calma, anche se appare veramente difficile. Il video nel giro di pochissime ore, ha ricevuto un’enorme quantità di visualizzazioni, oltre 16 milioni. Gli utenti sono rimasti infatti sbalorditi dal modo in cui la biologa è riuscita a gestire la situazione.