Spaventoso schianto tra scooter e auto: due uomini sbalzati a terra, sono morti

Avevano 31 e 41 anniUn 31enne ed un 41enne sono deceduti in seguito all’impatto tra il loro scooter e una Fiat Panda durante una svolta a sinistra. Possibile precedenza mancata

Uno schianto spaventoso alla periferia di una grande città è costato la vita a due persone. Le vittime sono il 31enne Gennaro Iattarelli e il 41enne Alessandro Parisi, deceduti in seguito allo schianto avvenuto nella serata del 5 marzo a Scampia, periferia nord di Napoli. Lo schianto è avvenuto intorno alle 22:10 all’altezza dell’incrocio tra via Anna Magnani e via Arcangelo Ghisleri: una Fiat Pande con a bordo tre ragazze che vivono poco distanti dal luogo del sinistro avrebbe impattato contro lo scooter di Gennaro e Alessandro durante una svolta a sinistra. Il motorino sarebbe, secondo quanto rilevato dalle forze dell’ordine, arrivato a velocità sostenuta e l’automobilista non avrebbe potuto fare nulla per evitare lo schianto. Dunque stando alla ricostruzione dei fatti all’origine dell’incidente vi sarebbe una possibile mancata precedenza anche se non si esclude anche la manovra improvvisa, decisa magari all’ultimo momento. Lo scooter avrebbe impattato contro la fiancata destra dell’auto provocando seri danni.

LEGGI ANCHE =>> Impressionante incidente sulla A4: un camion prende fuoco, coinvolti due mezzi

I due uomini sono morti poco dopo l’arrivo in ospedale

Le tre giovani non hanno riportato alcuna ferita. Malissimo è andata invece ai due uomini, sbalzati a terra in seguito alla violenza dell’impatto e rimasti incoscienti sull’asfalto, in condizioni gravissime. I soccorritori hanno fatto di tutto per stabilizzarli, per poi trasportarli d’urgenza al Pronto Soccorso del Cardarelli dove però i medici, nonostante i tentativi di salvarli, non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso. Un uomo è morto appena arrivato in ospedale, il secondo poco dopo mentre i medici tentavano di rianimarli. sul posto sono intervenuti gli agenti dell’Infortunistica Stradale della Polizia Municipale, guidata dal capitano Antonio Muriano, oltre a pattuglie dei carabinieri. Le autorità hanno sequestrato i due mezzi per effettuare tutti gli accertamenti del caso e hanno effettuato il test sulla ragazza alla guida, allo scopo di accertare la presenza o meno di alcol o sostanze stupefacenti nel sangue.