“Sono positivo al Covid, riprenderò il lavoro dopo la guarigione”: stimato medico di famiglia muore a 60 anni

maurizio cerquetaniUn apprezzato medico di famiglia della provincia di Rieti è deceduto a causa del Covid: meno di un mese prima aveva comunicato la positività ai suoi pazienti

Aveva comunicato ai suoi pazienti di essere risultato positivo al Covid e, dunque, di dover interrompere provvisoriamente il suo lavoro. Ma purtroppo non ha più potuto riprendere la sua attività di medico di famiglia, poichè il Covid se lo è portato via. Maurizio Cerquetani era molto stimato dai suoi pazienti ai quali aveva detto, “volevo comunicare che sono poisitivo al Covid e non potrò continuare il mio lavoro fino a guarigione”; il tutto in un post su Facebook nel quale trapelava la fiducia in un rapido recupero e in un altrettanto rapido ritorno alla normalità. Ma così non è stato: dopo il contagio le sue condizioni sono progressivamente peggiorate e nell’arco di poche settimane, meno di un mese, è deceduto.

LEGGI ANCHE =>> Covid, scoperta rarissima variante a Varese: un solo altro caso al mondo accertato

Famiglia, amici e pazienti increduli e addolorati

Cerquetani aveva 60 anni e si trovava ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Camillo di Roma dove i medici hanno fatto di tutto per tentare di salvarlo. Purtroppo però la gravità delle sue condizioni ha reso la situazione irreversibile. Lascia molti parenti, la sua famiglia, amici e numerosi conoscenti, oltre ai tanti pazienti che quotidianamente si appellavano a lui per le loro problematiche di salute. Maurizio infatti si occupava di ben due studi nei comuni di Forano e di Poggio Mirteto oltre a lavorare come medico nell’Asl di Rieti: era originario di Torrita Tibertina. Chi lo conosceva lo ha descritto come un uomo altruista e sempre disponibile. Purtroppo ha contratto una forma del Coronavirus particolarmente aggressiva.