Scoperto sulla Terra il frammento di un pianeta mai nato: ha 4,6 miliardi di anni

la scoperta

Nel deserto dell’Algeria è stato trovato un meteorite di origine vulcanica, ritenuto dagli esperti il frammento di un antico pianeta che non si è mai sviluppato

Sembra fantascienza ma è tutto vero. Sulla Terra è stato rinvenuto il frammento di un altro pianeta che, secondo gli esperti, non sarebbe “mai nato”. Ci spieghiamo meglio: nel cuore del deserto dell’Algeria i ricercatori hanno individuato, nel maggio 2020, un meteorite di 4,6 miliardi di anni, dunque di poco più antico del nostro pianeta. Come raccontato sulla rivista dell’Accademia Nazionale delle Scienze americana, il frammento è stato denominato Erg Chech 002 dai ricercatori coordinati dal geochimico Jean-Alix Barrat, dell’Università francese della Bretagna Occidentale e del Centro Nazionale di Ricerca Scientifica (Cnrs) francese.

LEGGI ANCHE =>> Come suona l’alba su Marte? Ecco la melodia del pianeta rosso

Le parole dei ricercatori che lo hanno analizzato

Questo meteorite fa parte di una serie di rocce scoperte nella zona del peso complessivo di 32 kg. Negli ultimi mesi è stato analizzato con attenzione: ne è stata accertata la chiara origine vulcanica oltre al fatto che un tempo fosse parte della crosta di un protopianeta risalente alle origini del Sistema Solare. Ma mai sviluppato tanto da poter essere definito il frammento di un pianeta mai nato: si tratta della “più antica roccia magmatica analizzata finora e getta luce sulla formazione delle croste che ricoprivano i protopianeti più antichi” hanno sottolineato gli autori della ricerca, sottolineando che rappresenta “una rara opportunità per studiare le prime fasi della formazione planetaria, e conoscere meglio l’aspetto del Sistema Solare ai suoi albori”.