Netflix, bloccata la condivisione dell’account anche nel nostro Paese?

Netflix sarebbe intenzionata a bloccare la condivisione dell’account. Cosa c’è di vero? Al momento, comunque, il blocco è random e si stanno effettuando esclusivamente dei test in Italia e in tutto il mondo.

Netflix, il celebre servizio di streaming in abbonamento che permette di guardare serie TV e film senza pubblicità su un dispositivo connesso a Internet, potrebbe subire delle limitazioni anche in Italia. A cosa ci riferiamo? Alla condivisione dell’account!

Infatti, da tempo su Netflix si ha la possibilità di creare 4 profili diversi per la visione dei contenuti in streaming. Ciò permette agli utenti la possibilità di dividere le spese dell’abbonamento su un profilo “Premium” in 4.

Ebbene, ora Netflix sta bloccando alcuni utenti nella visione dei suoi contenuti, anche in Italia, tentando di introdurre delle misure per impedire a essi di condividere l’account.

Netflix vorrebbe bloccare la condivisione dell’account. Cosa c’è di vero su questa vicenda?

Cosa c’è di vero? Sicuramente qualcosa sta succedendo, ma Netflix stessa ha informato che per il momento il blocco è solo random e, soprattutto, in test.

Esso, quindi, al momento è apparso solo a pochissimi (e sfortunati) utenti nel mondo e in Italia. Questo test è stato creato per garantire che le persone che usano gli account di Netflix siano effettivamente autorizzate a farlo.

La condivisione dell’account potrebbe creare non pochi problemi a chi effettivamente usa la condivisione in famiglia o anche tra amici, magari nella stessa casa. Tale modo di condividere l’account è assolutamente consentito, ma diventerebbe stancante ogni volta verificare il codice dell’account.

Le condizioni di utilizzo di Netflix, invece, “non permettono la condivisione con persone al di fuori del nucleo domestico”. Inoltre, dicono che “il titolare dell’account dovrà mantenere il controllo dei dispositivi compatibili con Netflix, utilizzati per accedere al servizio, e non dovrà comunicare a nessuno la password”.

La realtà sappiamo essere ben diversa. Netflix, quindi, sta cercando di limitare la condivisione non consentita.