Sondaggi politici, crolla il PD: la Meloni è sempre più vicina. Forte risalita del Movimento 5 Stelle

sondaggi pd meloni lega m5SIl Movimento 5 Stelle riprende quota, mentre il PD cala vistosamente e vede avvicinarsi pericolosamente Fratelli d’Italia. 

Sono questi i dati che saltano maggiormente all’occhio dopo l’ultima Supermedia elaborata da YouTrend per AGI. Al primo posto c’è sempre la Lega di Matteo Salvini, che perde qualcosina rispetto alla rilevazione di due settimane fa ma mantiene comunque un vantaggio importante sul Partito Democratico.

Il Carroccio viene dato al 23,3%, con un lieve calo dello 0,3%, ma il divario con il PD è cresciuto di oltre un punto. Questo perchè la Supermedia evidenzia una discesa netta dei “Dem”, probabilmente anche a causa delle dimissioni del segretario, Nicola Zingaretti, e del momento di difficoltà vissuto nel partito.

LEGGI ANCHE => Sondaggi politici, la Lega cresce di mezzo punto. Cala il PD, Fratelli d’Italia si avvicina

Il PD, se si andasse oggi alle urne, otterrebbe infatti il 17,6% (un punto e mezzo in meno rispetto a 14 giorni fa, ndr). Un risultato che vede assottigliarsi sempre più il vantaggio dei Democratici su Fratelli d’Italia.

Centrodestra davanti all’alleanza “progressista”

Il partito sovranista di Giorgia Meloni, in grande ascesa ormai da molti mesi, guadagna un altro 0,3%, si porta al 16,9% e “vede” ormai il PD. Grande risalita anche per il Movimento 5 Stelle (effetto Conte?), che recupera addirittura quasi due punti percentuali rispetto all’ultimo sondaggio: ad oggi, il M5S è infatti dato al 16,2%, una percentuale che i pentastellati non registravano da molto tempo.

LEGGI ANCHE => Sondaggi politici, la Lega guadagna oltre un punto sul PD. Bene la Meloni, cala il M5S

Forza Italia resta all’8,2%, mentre crescono di uno 0,1% sia Azione (3,7%) che La Sinistra (al 3,5% con Art.1-MDP). Perde un punto secco Italia Viva di Matteo Renzi (2,4%).

Un’eventuale alleanza progressista tra PD, Movimento 5 Stelle e LeU arriverebbe al 37,3%, anche se con il sostegno di Italia Viva, Verdi, +Europa e Azione il consenso salirebbe al 47,2%. Resterebbe comunque avanti il centrodestra unito (Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia), che prenderebbe il 49,7%.