Morta a 48 anni di ischemia: da giorni lamentava forti mal di testa

Anna Fenzi, 48 anni di Rovigo, è morta vittima di un violento attacco ischemico nella serata di venerdì 12 marzo. La donna aveva accusato dei forti mal di testa nel corso della settimana ma non gli aveva dato troppo peso. Sembra che quei dolori fossero il manifestarsi dell’ischemia e un controllo preventivo avrebbe potuto probabilmente evitare lo scenario peggiore.

Anna lascia il compagno Massimo e due figli adolescenti, Michele e Giorgia. La vicenda ha travolto la città di Rovigo come un fulmine a ciel sereno. Anna era molto conosciuta e benvoluta e la notizia della sua prematura dipartita ha sconvolto la comunità. Da anni lavorava presso ‘Estetica e Benessere Energy’, un salone estetico specializzato nella cura delle unghie. Chi la conosceva, parla di una donna solare è generosa, una persona rara.

Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, ictus e ischemie colpiscono 200mila italiani ogni anno, rappresentando la terza causa di morte dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie. Un fenomeno purtroppo in netta crescita, condizionato dall’invecchiamento della popolazione.