Cos’è lo scudo penale per i medici? Crisanti si schiera contro l’ipotesi

Crisanti contro lo scudo penale per i medici: “Rimango stupito che ci possa essere un livello di responsabilità dei medici”.

Lo scudo penale per i medici, cioè un provvedimento a tutela dei medici, è finito negli ultimi giorni nell’occhio del ciclone. Anche Andrea Crisanti, Microbiologo dell’Università di Padova, a Sky Tg24 si è detto contrario a questa misura: “Rimango stupito che ci possa essere un livello di responsabilità dei medici perché la vaccinazione è una misura di sanità pubblica, quindi una decisione politica in capo al ministro. Di fatto i medici sono semplici esecutori. Non c’è proprio bisogno di questo scudo”.

E ancora: “Le persone sono consapevoli degli eventuali effetti collaterali, non c’è per il momento nessuna connessione fra i pochissimi decessi e la vaccinazione. Mi sembra come dover ammettere che il vaccino è pericoloso, cosa che non è. Sarebbe una cosa che non genera fiducia”.

Crisanti contro lo scudo penale per i medici: “Sono semplici esecutori. Mi sembra come dover ammettere che il vaccino è pericoloso, cosa che non è. Sarebbe una cosa che non genera fiducia”

Ma che cos’è lo scudo penale per i medici? Nelle ultime ore al vaglio del Governo c’è una proposta per tutelare i medici e gli operatori sanitari che somministrano i vaccini contro il Covid. Tale scudo penale tutelerebbe i medici, quindi, da denunce e contenziosi.

Il ministro Speranza ha confermato la sua disponibilità verso questa proposta. Essa verrà trattata nelle sedi opportune nei prossimi giorni. Lo scudo penale potrebbe spingere molti medici volontari e liberi professionisti a partecipare alla campagna di vaccinazione di massa, velocizzando estremamente i tempi.