Carro armato spara erroneamente su un allevamento di galline durante un’esercitazione

L’incredibile episodio è avvenuto a Vivaro, in provincia di Pordenone. Molte galline sono morte nello scoppio e nel crollo del capannone.

Nel pomeriggio di mercoledì 17 marzo un carro armato dell’esercito, durante un’esercitazione di tiro, ha sbagliato mira centrando in pieno un allevamento di galline. L’episodio si è registrato in un poligono riservato alle Forze Armate sul torrente Cellina, a Vivaro, in provincia di Pordenone.

Nello scoppio e nel conseguente crollo del capannone sono morte diverse galline. Stando alle loro testimonianze, i militari non si sarebbero accorti subito dell’errore di mira. Infatti, il colpo non ha innescato alcun incendio alla struttura che ospitava le galline.

I titolari dell’azienda agricola non si sono accorti nemmeno loro del danno nelle ore successive. Solo la mattina successiva sono entrati nel capannone, facendo l’amara scoperta.

Errore durante un’esercitazione di tiro: carro armato militare spara su un allevamento di galline

La Procura di Pordenone, intanto, ha aperto un’inchiesta e messo sotto sequestro i quattro carri armati impegnati nell’esercitazione. I Carabinieri ora dovranno capire come sono andate esattamente le cose.

Si dovrà accertare il perché gli spari siano avvenuti in prossimità del paese, alla periferia del quale era posto il capannone con le galline.

Queste le dichiarazioni dello stato maggiore dell’esercito: “L’attività, regolarmente programmata, era stata preceduta dalle previste comunicazioni riguardanti lo sgombero dell’area interessata. La forza armata, oltre all’inchiesta aperta dalla Procura di Pordenone, ha prontamente avviato un’indagine interna per determinare con esattezza la dinamica dei fatti e garantire la massima collaborazione e trasparenza agli organi inquirenti”.