Sondaggi politici, grande risalita del M5S. Lega sempre prima, precipita il PD

sondaggi politici lega pd m5sL’ultimo sondaggio elettorale sorride solo al Movimento 5 Stelle. 

Stando alla Supermedia elaborata da YouTrend per AGI, infatti, solo i pentastellati appaiono in crescita rispetto alla rilevazione di due settimane fa. Il M5S recupera infatti quasi due punti percentuali e si porta al 16,6%, tornando ad insidiare il terzo posto occupato da Fratelli d’Italia.

Il partito di Giorgia Meloni, dopo un’esaltante cavalcata portata avanti in questi ultimi mesi, guadagna ancora uno 0,2%, si porta al 16,9% ma si ritrova il Movimento 5 Stelle di nuovo a ridosso. A dividere le due forze politiche c’è ora solo uno 0,3%.

LEGGI ANCHE => Sondaggi politici, la Lega cresce di mezzo punto. Cala il PD, Fratelli d’Italia si avvicina

Tuttavia, se da una parte FdI deve guardarsi le spalle, dall’altra può anche guardare con fiducia ad un possibile sorpasso nei confronti del Partito Democratico. Le dimissioni di Zingaretti hanno fatto precipitare i “Dem” in termini di consenso, e finora sembra che la nomina a segretario di Enrico Letta non abbia portato i frutti sperati.

La Lega di Matteo Salvini sempre al primo posto 

Rispetto al sondaggio di 14 giorni fa, infatti, il PD perde addirittura l’1,3%. Se ci si recasse oggi alle urne, il Partito Democratico raccoglierebbe solo il 17,9% dei consensi.

LEGGI ANCHE => Sondaggi politici, crolla il PD: la Meloni è sempre più vicina. Forte risalita del Movimento 5 Stelle

Al primo posto troviamo sempre la Lega di Matteo Salvini, che resta il partito preferito dagli italiani con il 23,3%, pur in leggero calo (0,2%) rispetto all’ultima rilevazione. Il centrodestra può contare anche sul consenso nei confronti di Forza Italia, che viene data all’8,1%. Frena bruscamente Azione di Carlo Calenda, che passa dal 3,9% di due settimane fa al 3,1% di oggi.

Il centrodestra unito otterrebbe il 48,3% delle preferenze in caso di elezioni politiche, mantenendo quindi un vantaggio nei confronti della cosiddetta “alleanza progressista”. Tuttavia, l’eventuale mega coalizione tra PD, M5S, LeU, Azione, Italia Viva, +Europa e Verdi raggiungerebbe il 48,2% dei consensi.