Lutto nel mondo del surf: muore colpita da un fulmine la salvadoregna Katherine Diaz

Katherine Diaz, promessa del surf mondiale, è morta folgorata da un fulmine durante un allenamento nelle acque del Pacifico. La tragedia è avvenuta nel suo Paese, El Salvador, presso la spiaggia di El Tunco, dipartimento di La Libertad. La ragazza, 22 anni, stava uscendo dall’acqua prima dell’arrivo di un temporale, quando è stata investita da un fulmine. Nonostante i soccorsi immediati, il trauma si è dimostrato troppo forte ed ha portato alla morte della giovane surfista.

Kathy si stava allenando in vista delle qualificazioni alle Olimpiadi di Tokyo di fine maggio, dove è previsto l’esordio del surf. La ragazza era un talento di caratura internazionale. Surfista dall’età di nove anni, aveva da poco conquistato il National Surf Circuit e sembrava pronta all’appuntamento olimpico. Ma Katherine Diaz si era anche distinta da un punto di vista umano. Dopo la devastazione scatenata a giugno a El Salvador dalla tempesta Amanda, la Diaz si era adoperata attivamente per raccogliere fondi e portare cibo alle tante famiglie rimaste senza casa.

Tantissimi i messaggi di cordoglio giunti alla famiglia, in particolare al fratello José Diaz, Presidente della Federazione salvadoregna di surf. Particolarmente toccante il messaggio pubblicato sui social da Morena Valdez, ministro del Turismo di El Salvador: “Sarai sempre presente nella storia del surf di El Salvador. Le tue onde ti ricorderanno sempre in questo paradiso. Riposa in pace Katherine Diaz.”