Berlusconi ricoverato in ospedale da lunedì. Forza Italia: “Controllo di routine”

Silvio Berlusconi è ricoverato in ospedale da lunedì 22 marzo. Lo ha detto il suo avvocato Federico Cecconi. Conferme da Forza Italia: “Niente di grave, ma il presidente deve stare fermo un po’”.

Silvio Berlusconi è ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano da qualche giorno e, precisamente, da lunedì 22 marzo. La notizia sul ricovero del Cavaliere è stata annunciata dal suo avvocato, Federico Cecconi, prima dell’udienza nell’ambito del processo Ruby ter: “Per problematiche di salute su cui non mi dilungherei Silvio Berlusconi è da lunedì mattina ospedalizzato”.

Il ‘Corriere’ ha evidenziato come Berlusconi avrebbe effettuato esami al San Raffaele di Milano nelle giornate di lunedì, martedì e mercoledì, in stato di day hospital.

Secondo quanto riporta ‘Italpress’, Berlusconi sarebbe ricoverato “per controlli”, che consisterebbero in accertamenti post Covid-19. Infatti, a settembre scorso l’ex premier rimase contagiato dal Covid e fu necessario il ricovero.

Berlusconi ricoverato al San Raffaele per controlli: “Niente di grave”

La conferma sul ricovero di Berlusconi arriva anche da fonti interne a Forza Italia: “Niente di grave, ma il presidente deve stare fermo un po’”. E ancora: “Il Presidente Berlusconi è attualmente ricoverato presso il San Raffaele per il monitoraggio clinico di routine e adeguamento alla terapia in atto. Verrà dimesso a breve”.

Le notizie, dunque, sarebbero incoraggiante e il Cavaliere starebbe sostenendo semplici controlli di routine.

Dalla fine di dicembre, però, è già la quarta volta che vengono diffuse notizie riguardanti ospedalizzazioni di Berlusconi. Alla fine dell’anno, i suoi legali difensori hanno presentato delle cartelle cliniche in cui si evidenziavano “seri problemi cardiologici”, chiedendo così il legittimo impedimento al filone romano del Ruby ter.