Dolori lancinanti allo stomaco e flatulenza, poi l’incredibile scoperta: nello stomaco una tenia da 18 metri

Sono immagini quantomeno impressionanti (se non volessimo dire disgustose) quelle che giungono dalla Thailandia.

Sono le immagini di un verme lungo oltre 18 metri (i media che hanno riportato la notizia parlano di circa 60 piedi) trovato all’interno dello stomaco di un paziente, giunto in ospedale con dolori addominali lancinanti.

Dolori lancinanti e flatulenza, questi erano i sintomi manifestati da un paziente di 67 anni presentatosi in ospedale nella provincia di Nong Khai.

I dottori hanno fatto i controlli del caso senza venirne a capo, finché un campione di feci – inviato ai medici del Centro di ricerca sulle malattie parassitarie, nella vicina provincia di Nakhon Ratchasima – ha fatto emergere che al suo interno vi erano 28 uova e così all’uomo è stata somministrata una medicina contro i vermi, la niclosamide.

Il 20 marzo l’incredibile sorpresa: l’uomo ha infatti evacuato un parassita lungo 59 piedi.

Secondo i medici, il parassita sarebbe potuto provenire da carne infetta e cruda che conteneva uova.

Un portavoce del Centro di ricerca sulle malattie parassitarie ha dichiarato, secondo quanto riportato dal The Sun, che si tratterebbe della tenia più grande che è stata trovata in Thailandia per più di 50 anni.

La dottoressa Schawanya Rattanapitoon, che ha guidato il team che ha curato il paziente, ha dichiarato: “La trasmissione è causata dal consumo di carne cruda. Questi parassiti possono vivere negli esseri umani per più di 30 anni. Tuttavia, attualmente, non sopravvivono molto a lungo perché sono disponibili farmaci migliori. Ma questa tenia era davvero molto lunga. Secondo le informazioni che abbiamo, è la più lunga vista in Thailandia da 50 anni. Abbiamo suggerito che anche la famiglia del paziente si sottoponga a esami medici per scoprire se avevano parassiti in quanto anche loro sono a rischio”.