Incidente in elicottero: muore uno dei 100 uomini più ricchi al mondo (con 14 miliardi di patrimonio)

Il finanziere ceco 56enne ha perso la vita fra le montagne dell’Alaska. Era uno dei 100 uomini più ricchi al mondo.

Petr Kellner è morto in seguito a un incidente in elicottero avvenuto fra le montagne dell’Alaska. La notizia è stata riportata dall’agenzia di stampa ‘Ctk’, dopo la conferma di Jitka Tkadlecova, portavoce della sua società di investimenti, Ppf. L’incidente è avvenuto sabato 27 marzo alle 18.35 ora locale nei pressi del ghiacciaio Knik, a circa 80 chilometri a Est di Anchorage. Il noto imprenditore ceco era andato in Alaska per fare eliski. Kellner ha perso la vita assieme ad altre cinque persone.

Kellner era l’uomo più ricco della Repubblica Ceca e uno fra i 100 più ricchi al mondo. Il suo patrimonio era di oltre 14 miliardi di euro. Nel 2019 la rivista americana ‘Forbes’ lo aveva valutato al 73esimo posto al mondo in questa speciale classifica.

Petr Kellner è morto in seguito a un incidente in elicottero avvenuto sabato in Alaska

Kellner era il fondatore e principale azionista del gruppo Ppf, presente nei settori dei servizi finanziari, delle telecomunicazioni, delle biotecnologie e dell’immobiliare. Egli era famoso in Italia per la partnership del suo Gruppo Ppf con Generali tra il 2007 e il 2014. Successivamente cedette l’intera quota posseduta nel Leone di Trieste.

Kellner era padre di quattro figli e aveva sviluppato attività anche nel settore educativo, con l’istituto Open Gate a Praga. Sua figlia, Anna Kellnerova, è due volte campionessa juniores di salto ostacoli e parteciperà alle Olimpiadi di Tokyo fra qualche mese.