“Sei un patriota americano?”. Mostra le cicatrici di guerra sul petto: “È abbastanza patriota?”

patriota mostra cicatrici

Stanco degli insulti razzisti e dei dubbi sul suo essere americano, il funzionario dell’Ohio Lee Wong ha deciso di mostrare pubblicamente i segni di guerra di quando ha combattuto nell’esercito statunitense

Da mezzo secolo gli vengono poste le medesime domande, su tutte “sei americano?”, in virtù della sua origine e dei suoi lineamenti asiatici. E così Lee Wong, funzionario nello stato dell’Ohio, stanco di dover sempre rispondere allo stesso modo ha mostrato nel concreto perchè si senta americano. Scoprendo il petto e mostrando dei segni estremamente eloquenti: un gesto improvviso ed importante, avvenuto nel corso di una riunione, stanco delle persone che ancora, dopo tanti anni, continuano a mettere in dubbio il suo patriottismo solo per via delle sue origini. Sotto alla camicia infatti ci sono le cicatrici delle ferite subite nel periodo in cui ha militato nell’esercito degli Stati Uniti.

LEGGI ANCHE =>> Gli Stati Uniti autorizzano il vaccino Johnson & Johnson, l’Europa riflette su Sputnik

Lee Wong, 69 anni 50 dei quali trascorsi negli Stati Uniti

Infatti Lee Wong è arrivato negli Stati Uniti mezzo secolo fa e pur avendo attivamente combattuto per il Paese nel quale ha poi trascorso tre quarti della sua vita e nel quale ha lavorato ed è cresciuto, ha dovuto continuamente rispondere a coloro che hanno messo in dubbio il suo legame con gli Stati Uniti. “Le persone mi chiedono del patriottismo, mi dicono che non sembro americano. Non vanno oltre questo viso. Voglio mostravi qualcosa: non voglio vivere con la paura, intimidazioni, insulti. Questo è abbastanza patriota?”. Aprendo e sollevando la camicia per mostrare quei segni che il 69enne ha sul suo corpo sin dall’età di 20 anni. Un gesto forte che ha però colpito nel segno, diventando virale e facendo il giro del mondo.