Mentre fa lezione in Dad ha un malore: professore trovato morto in casa

decesso dopo la dad

Ha accusato un malore ed interrotto la lezione in Dad con i suoi studenti ma, poco dopo, è deceduto. Vigili del fuoco e carabinieri lo hanno trovato morto il giorno seguente nella sua abitazione

Stava facendo una lezione in Dad quando improvvisamente ha cominciato a sentirsi poco bene. È riuscito a salutare gli studenti e spegnere il computer ma poco dopo la situazione è precipitata: soltanto il giorno seguente i colleghi, non avendo più avuto sue notizie dal termine di quella lezione in modalità didattica a distanza, hanno chiesto supporto alle forze dell’ordine. Una pattuglia ha raggiunto l’abitazione di Giuseppe Pitorri, insegnante di 65 anni, trovato senza vita nel suo appartamento. Il professore insegnava alla scuola Jean Monnet di Mariano Comense (Como) la materia “Sistemi e Reti”. L’ultima lezione l’ha tenuta il 30 marzo ma proprio mentre spiegava agli studenti li ha avvisati che avrebbe interrotto prima del previsto poichè non si sentiva bene. Il 31 marzo alcuni colleghi hanno provato a contattarlo per avere notizie in merito al suo stato di salute ma a quelle chiamate Pitorri non ha mai risposto. Dunque verso le 12.30 il personale scolastico ha contattato i soccorsi. I primi ad intervenire sono stati i carabinieri che hanno provato a citofonare ripetutamente per poi allertare i vigili del fuoco. Muniti di una scala sono arrivati al piano del suo appartamento e, una volta entrati, hanno scoperto il corpo dell’uomo in camera da letto. Poco dopo sono intervenuti anche gli uomini del 118 ma il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare il decesso del professore.

LEGGI ANCHE =>> Ha un malore in strada, il suo cane ferma il traffico per chiedere aiuto: il video è virale

Il cordoglio della preside Leonarda Spagnolo

“Ancora incredula e sgomenta, comunico a tutta la comunità scolastica del Jean Monnet che il prof Pitorri non è più tra noi. Un malore e… ci ha lasciato!Lo abbiamo conosciuto docente serio ed esigente, collega disponibile, sorridente e conciliante, amico a volte timido ma generoso, solare ed affettuoso. Giungono già tanti messaggi di costernazione e non sappiamo ancora reagire. C’è solo un grande vuoto. Tutto il mio e il nostro cordoglio ai familiari” ha scritto nelle ore successive la preside Leonarda Spagnolo. Anche i colleghi ed i suoi studenti sono assolutamente increduli e sconvolti per questo lutto improvviso.