12enne spara e ferisce gravemente un 31enne: un parente lo ha “incaricato” di farlo

ricovero

Assurdo episodio nel Bresciano: al culmine di una lite per una ragazza, un 27enne avrebbe costretto un ragazzino ad aprire il fuoco contro un uomo di 31 anni, rimasto gravemente ferito

A soli 12 anni ha aperto il fuoco colpendo un uomo con un proiettile, perchè un parente gli avrebbe detto di farlo. Sono agghiaccianti i retroscena dell’episodio avvenuto a Montichiari nella serata di venerdì, emersi dopo una serie di indagini condotte durante Pasqua e Pasquetta che hanno permesso di accertare chi abbia impugnato la pistola sparando. È stato un ragazzino 12enne che ha ferito un uomo di 31 anni: ma ad armarlo sarebbe stato un 27enne, che i carabinieri hanno raggiunto dopo averlo identificato e sottoposto a fermo. L’uomo si trova ora in carcere con la triplice accusa di tentato omicidio, ricettazione e detenzione illegale di arma clandestina. In attesa della data dell’udienza di convalida del fermo disposto nei confronti dell’uomo, è stata fornita una ricostruzione dei fatti. Pare che il 27enne Bresciano abbia litigato con il 31enne per una ragazza coinvolgendo il 12enne ed “incaricandolo” di andare a colpirlo con una pistola.

Carabinieri Calabria Castrovillari

LEGGI ANCHE =>> Rapisce un bambino 12enne e lo violenta, poi gli spara: arrestato 43enne

Coinvolta anche la procura minorile

Le autorità hanno rinvenuto e sequestrato una pistola a tamburo con matricola abrasa. Le condizioni della vittima non sono positive: pur non essendo in pericolo di vita è stato ricoverato per la grave ferita riportata. “Non ho ancora avuto modo di comunicare con il mio assistito, sto aspettando comunicazioni per incontrarlo e in merito alla convalida”, ha dichiarato il legale del 27enne in carcere a Brescia all’Ansa. Non è invece ritenuto imputabile per la legge il 12enne, data la minore età. La procura minorile è comunque stata coinvolta nel caso per fare chiarezza e, se necessario, intervenire.