Madre contagiata dal Covid dà alla luce la figlia con parto prematuro

neonato prematuro

Una madre positiva al Covid ha partorito prematuramente una neonata all’ospedale di Ascoli Piceno. Entrambe sono in buone condizioni

Positiva al Covid ed in gravidanza, una 41enne ha dato alla luce una bimba mentre risultava ancora contagiata. Il parto è avvenuto nella giornata di sabato 3 aprile all’ospedale di Ascoli Piceno; proprio qui, poco dopo essere entrata, la donna, di origini rumene e residente lungo la vallata del Tronto, era stata immediatamente sottoposta al tampone che aveva rilevato il contagio da Sars-CoV-2. I medici hanno dunque dovuto operare nella massima sicurezza, per evitare il rischio di essere contagiati: si è trattato di un parto prematuro dato che la donna si trovava alla 28esima settimana di gestazione. I sanitari del reparto di Pediatria dell’ospedale Mazzoni hanno dovuto indossare tutti i dispositivi di protezione individuale anti Covid nel corso delle operazioni per portare alla luce il bimbo.

LEGGI ANCHE =>> Covid, ancora vittime tra i carabinieri: morto il maresciallo di stanza a Macerata Campania

Neonata intubata perchè polmoni ancora non del tutto sviluppati

Ma ci sono buone notizie: la madre è in buoni condizioni di salute ed in attesa di negativizzarsi mentre la piccola, pur sempre in buone condizioni, è stata intubata ed immediatamente trasferita all’ospedale materno-infantile di Ancona. Questo non tanto per problemi legati al Coronavirus, quanto per il fatto che essendo nata prematura i suoi polmoni non erano ancora sufficientemente sviluppati per poter lavorare autonomamente.