Allarme per una maxi falla nel bacino delle acque reflue: rischio onda anomala di 6 metri

bacino acque reflue

Un enorme bacino di acque reflue nello stato della Florida rischia di cedere a causa di una grande falla impossibile da chiudere. Evacuate centinaia di persone

Sono ore di grande preoccupazione in Florida dove è stato già emesso, da parte del governatore Ron DeSantis, un ordine di evacuazione che riguarda centinaia di residenti, per il rischio di un’inondazione che potrebbe rivelarsi catastrofica. Succede in una riserva di acque reflue ubicata nella contea di Manatee nella quale è stata rilevata la presenza di una grande falla che, se dovesse rompersi del tutto, provocherebbe un vero disastro portando l’acqua sporca ad inondare strade, parchi e case. Si rischia infatti un vero e proprio muro d’acqua, una maxi onda di oltre 6 metri che andrebbe a travolgere qualunque cosa trovasse lungo il suo percorso, a cominciare dalle case e dalle strutture che si trovano nelle vicinanze di una vecchia miniera di fosfato. Da qui l’ordine di evacuazione urgente: il rischio è duplice perchè quella che potrebbe fuoriuscire non è semplice acqua.

LEGGI ANCHE =>> Tragico incidente familiare: auto sprofonda in una diga e due bimbi muoiono intrappolati

Prime perdite registrate già a marzo

Si tratta infatti di acque reflue contenenti, come confermato dal Florida Department of Enviromental Protection, da alti livelli di fesfato e azoto, (seppur da non considerarsi tossiche). Le prime perdite erano stata rilevate nel mese di marzo: le autorità hanno dunque avviato lo svuotamento del bacino ma nel corso delle settimane seguenti è stata registrata una nuova significativa perdita che ha portato ad emettere l’allarme per il rischio di un crollo degli argini della riserva. Nessuno si trova più nelle sue vicinanze ma la situazione resta comunque preoccupante per il potenziale danno che, una rottura, potrebbe provocare.