Migliaia di persone in fuga dall’isola di Saint Vincent per rischio eruzione: dispiegate le navi da crociera

evacuazioni in corso

Evacuazione imminente della popolazione anche con l’aiuto di navi da crociera: è allerta massima sull’isola di Saint Vincent per il rischio di una potente eruzione vulcanica

Sono ore di grandissima preoccupazione ed ansia per la popolazione che vive sull’isola caraibica di Saint Vincent, a causa del rischio di imminente eruzione del vulcano La Soufrière. Lo stato di allerta qui è massimo tanto che è stata disposta l’immediata evacuazione dei residenti e richiesto l’intervento urgente di navi da crociera che si trovano a transitare nella zona, affinchè possano portare la popolazione a bordo così da allontanarla dalle zona rischio. Nelle ultime ore, del resto, l’attività sismica nei pressi del cratere del vulcano si è fortemente intensificata e le autorità dell’isola caraibica non hanno potuto fare altro che avviare le procedure di evacuazione per il rischio di una fortisisma eruzione che, altrimenti, potrebbe provocare non solo danni ma anche la morte di molti isolani.

Le precedenti eruzioni del vulcano

L’allerta è alta dalla giornata di mercoledì e la situazione resta tutt’ora preoccupante sull’isola ubicata nel mar dei Caraibi, tra l’isola di Santa Lucia e Grenada. Si tratta di un’isola, la principale dello Stato di Saint Vincent e Grenadine, prevalentemente montuosa. Il vulcano La Soufrière è la vetta più alta: l’ultima eruzione è avvenuta parecchi anni fa, nel 1979. Ma la più disastrosa risale al 1902, in quel caso furono 1600 le vittime.

LEGGI ANCHE =>> Etna, notte di intensa attività: le spettacolari immagini dell’eruzione; VIDEO

Ordine di evacuazione lanciato dal ministro

Il primo ministro Ralph Gonsalves ha confermato di aver “emesso un ordine di evacuazione a tutti i residenti che vivono nelle zone rosse a nord est e nord ovest dell’isola”, circa 16mila persone in tutto. Questo in conseguenza dell’allerta dei ricercatori che monitorano costantemente il vulcano e che hanno rilevato intenso movimento di magma verso la superficie. “Esiste un rischio sostanziale di disastro”, ha confermato l’Organizzazione nazionale per la gestione delle emergenze sull’isola. Vi sono però problemi legati alla pandemia di Covid: soltando coloro che hanno ricevuto il vaccino, ha deto Gonsalves, potranno salire a bordo di una nave da crociera (rimanendo nei pressi dell’isola per un periodo al momento non specificato) o spostarsi temporaneamente su un’altra isola ovvero St. Lucia, Grenada, Barbados e Antigua.