Detenuto diventa influencer di cucina su Instagram: registra video di ricette dalla sua cella

ha 30mila follower

Ha 30mila follower su Instagram per le sue ricette: ma lo chef è il detenuto di un carcere francese che realizza piatti all’interno della sua cella. La sua incredibile storia

Prepara ricette con quello che ha a disposizione nella sua cella di una prigione francese, filma tutto e lo posta su Instagram. È probabilmente il primo chef-influencer-detenuto , in cella da sette anni per traffico di sostanze illegali e che sta letteralmente conoscendo una rinascita personale dopo aver aperto un account Instagram, chiamato Dany Hellz Kitchen, che sta riscuotendo non poco successo sui social. Dany (non è il suo vero nome) si riprende con un telefonino ma non mostra mai il suo viso per rimanere anonimo, dato che nelle celle delle prigioni francesi i cellulari sono vietati. “Il cibo della prigione è stancante, ha sempre lo stesso sapore, quindi cerco di variare i piatti”, ha rivelato il detenuto in un’intervista telefonica con AFP. Il “cuore” della sua cucina ispirata al rinomato chef britannico Gordon Ramsay, è un piatto caldo che funge da forno, capovolto e sostenuto da quattro lattine. “In passato avevo due piastre elettriche, il che significava che potevo cucinare qualcosa in modo uniforme, in stile sandwich, ma me l’hanno portate via, quindi ora devo adeguarmi in altro modo”.

LEGGI ANCHE =>> Hannah sposa il fidanzato influencer disabile, gli hater la accusano: Lo fa solo per i soldi

Che alimenti usa e come prepara i suoi piatti

I video sul suo account Instagram offrono uno scorcio raro della vita in prigione, con la luce che filtra nella sua cella attraverso le sbarre della finestra e un piccolo schermo televisivo su un muro. Per Dany la cucina rappresenta una forma di terapia: “Mi alzo, sistemo la mia attrezzatura e questo mi permette di concentrarmi su qualcosa che mi piace e che piace anche agli altri prigionieri”. Il suo approccio è duplice: o prende il vassoio del cibo della prigione e rielabora il pesce o le verdure al vapore con olio d’oliva e aglio per aggiungere sapore o crea il suo piatto da zero usando cibo e attrezzature provenienti dalla dispensa della prigione. Riceve anche pacchi di cibo da familiari e amici con prodotti come salsa di soia ma anche carne. Nelle celle non sono consentiti oggetti appuntiti dunque usa un coltello dalla punta arrotondata. Inoltre, ai prigionieri non è permesso avere il lievito per paura di usarlo per fare l’alcol, ma questo non gli impedisce di fare il pane. Ha anche un ingrediente segreto di cui non può fare a meno: il concentrato di pomodoro, “che è un’ottima base per tante salse diverse”.

Il primo piatto che mangerà una volta libero

Dany condivide le sue creazioni con altri detenuti durante le passeggiate nel cortile della prigione e con il resto del mondo in video registrati in un mix di francese e inglese . I detenuti hanno iniziato così ad ordinare i loro piatti preferiti mentre sui social è divenuto molto popolare, con ben 30mila follower. “Amico, mangi meglio di me e sei in prigione”, ha commentato un follower incredulo su Instagram. Dany spera di usare la sua fama per lanciare il suo olio da cucina alla cannabis dopo il suo rilascio, previsto entro la fine del 2021. Ha già programmato il menu per la sua festa di addio che sarà a base di cuscus e non ha dubbi sul primo piatto che mangerà una volta libero: “Sarà una pizza cotta a legna”.