Arriva il primo treno senza conducente: il BYD SkyShuttle è operativo. Ecco come funziona

operativo in cinaSi chiama BYD SkyShuttle ed è stato messo in funzione nelle scorse ore in Cina: si tratta del primo sistema di transito ferroviario senza conducente

Anche con il mondo ancora in piena pandemia di Covid la Cina guarda al futuro con un’importante novità che potrebbe rivoluzionare il mondo dei trasporti e degli spostamenti su breve-media distanza. È stato infatti messo in funzione, nel distretto di Bishan, il primo sistema di transito ferroviario senza conducente. Il ‘treno che si guida da solo’ si chiama BYD SkyShuttle ed è stato inaugurato a Chongqing (nel sud ovest del Paese): è composto da una serie di convogli autonomi che possono percorrere, grazie all’alimentazione ad energia elettrica, un percorso di 15,4 km su una linea ferroviaria sopraelevata attraversando complessivamente 15 stazioni. I veicoli hanno la possibilità di curvare con un raggio minimo di 15 metri e possono trasportare, ad una velocità massima di 80 km/h, tra i 6000 e i 10000 passeggeri l’ora.

LEGGI ANCHE =>> Cina e nuove tecnologie, presentata una pistola futuristica capace di perforare l’acciaio

Un investimento di 1,5 miliardi di dollari in 7 anni

BYD è il principale produttore di veicoli a nuova energia della Cina e per questo progetto ha investito oltre 1,5 miliardi di dollari distribuiti nell’arco di sette anni. Il risultato secondo la società sviluppatrice è ottimale: rispetto alle più convenzionali soluzioni di trasporto urbano il vantaggio dello SkyShuttle è legato ai costi e ai tempi di costruzione decisamente contenuti e al fatto che va ad integrarsi perfettamente nell’ambiente circostante. Come annunciato dall’azienda il nuovo mezzo andrà a fornire ai suoi utilizzatori una esperienza di viaggio sicura e smart. I livelli di inquinamento acustico saranno estremamente ridotti ed il sistema di funzionamento sarà stabile e senza rischio di interruzioni. Salire a bordo dello SkyShuttle è semplicissimo: è sufficiente vidimare il titolo di viaggio, oppure usare un sistema di riconoscimento facciale o ancora scansionare un codice QR.