Silvia Piccini non ce l’ha fatta: la giovane ciclista è stata investita da una macchina durante un allenamento

La 17enne Silvia Piccini, giovane promessa italiana delle due ruote, è deceduta all’ospedale di Udine dopo due giorni d’agonia.

La ciclista italiana di 17 anni, Silvia Piccini, è deceduta in seguito a un incidente stradale durante un allenamento. La giovane ragazza è stata investita da una macchina. Le condizioni erano apparse subito gravissime e la ragazza è stata immediatamente portata con un’eliambulanza all’ospedale di Udine.

L’incidente è avvenuto martedì, lungo la strada provinciale che collega San Daniele a Rodeano, in provincia di Udine. La ragazza è stata ricoverata in terapia intensiva e ha lottato per evitare questo destino beffardo. Non c’è stato, però, nulla da fare.

Morta durante un allenamento la giovane ciclista italiana Silvia Piccini. Aveva 17 anni

La ragazza era nata in Spagna e aveva origini di Santo Domingo. Silvia abitava a Gradisca di Sedegliano e aveva partecipato poco tempo fa ai campionati italiani sia su pista che su strada.

La Piccini era tesserata con l’U.C. Conscio Pedale del Sile. Nella sua breve carriera era già diventata campionessa provinciale di Pordenone nel 2019. Inoltre, lo scorso 11 aprile era stata selezionata per partecipare alla corsa ‘Born to win’ a Civitanova Marche.

I familiari della ragazza hanno dato l’assenso alla donazione degli organi.