Bussa e chiede aiuto: quando gli aprono picchia il marito e violenta la moglie

arrestato un uomo

Ha bussato alla porta per chiedere aiuto ma quando una coppia gli ha aperto ha picchiato il marito e ha trascinato la donna in camera, violentandola. Il dramma nello stato della Namibia

La polizia della regione dello Zambesi sta indagando su un caso di stupro: una donna di 32 anni sarebbe stata violentata da un 25enne mentre suo marito era scappato dopo essere stato picchiato dal sospetto. I fatti sono avvenuti nel villaggio di Makolonga, nei pressi della città di Katima Mulilo, capoluogo della regione di Caprivi, una delle tredici dello stato africano della Namibia. Secondo quanto riportato nel rapporto della polizia, l’uomo di 25 anni avrebbe bussato alla porta della donna di 32 anni intorno alle 22:00, fingendo di chiedere aiuto. Il sospetto avrebbe bussato continuamente e ripetutamente alla porta dicendo alla vittima e al marito di essere stato aggredito. Quando i due hanno aperto la porta, il sospetto ha picchiato il marito della vittima, poi ha trascinato la donna nella stanza e ha avuto rapporti sessuali con lei mentre il marito correva fuori casa per chiedere aiuto. Il sospetto è stato successivamente arrestato.

LEGGI ANCHE =>> Violenta una donna e fugge, pochi mesi dopo ne stupra un’altra: condannato 22enne

Segnalati altri due casi di stupro in poche ore

Un altro caso di stupro è stato segnalato nella regione di Otjozondjupa: una ragazza di 20 anni è stata trascinata tra i cespugli da un ragazzo di 19 anni nella località di Otjiwarongo a Ombili; il ragazzo l’ha picchiata con la testa sulla bocca, le ha tirato su il vestito e l’ha violentata. Poche ore prima nel villaggio di Ngcamade, a Kavango West, due ragazzi di 13 e 15 anni sono stati arrestati dopo aver violentato una ragazza di 15 anni. Si presume che i sospetti abbiano trascinato la vittima nella capanna di uno dei sospettati, dove l’hanno stuprata.