27enne esita nel fare il vaccino, contagiato dal Covid con sintomi: “Volevo aspettare, ora ho cambiato idea”

contagiato dal covid

Ha atteso nonostante potesse vaccinarsi ed è stato contagiato, passando diversi giorni da incubo. Oggi racconta il suo rimpianto per aver esitato nel fare il vaccino

Ha esitato nel fare il vaccino ed è stato contagiato dal Covid. Un uomo ha raccontato la sua difficile battaglia contro l’infezine che gli ha fatto cambiare idea in merito alle sue preoccupazioni su eventuali rischi legati al vaccino. La storia arriva dalla California e riguarda Robin Banks, che ha deciso di parlare dei suoi rimpianti nel non essersi vaccinato subito, pur avendone avuto la possibilità. Il 47enne di Arlsbad, città della contea di San Diego, ha rivelato a KGTV di aver avvertito i primi sintomi venerdì scorso: “È iniziato tutto con un leggero mal di testa ma non ci ho fatto molto caso all’inizio”. Tuttavia nei giorni successivi il dolore è aumentato: “Mi sentivo come se avessi un morsetto di metallo in testa – ha raccontato – Non riuscivo a pensare in modo chiaro, la vista mi si offuscava e facevo anche fatica a sentire o mangiare. Non riuscivo a muovere con la piena consapevolezza il mio corpo”.

LEGGI ANCHE =>> Positivo al Covid viola la quarantena e passeggia: colto in flagrante dai carabinieri e denunciato

Il rimpianto del 27enne: “Mi dispiace di non aver fatto subito il vaccino”

Banks ha detto che gli è venuta la febbre e ha iniziato ad avere problemi a respirare. “Mi sono reso conto che non potevo davvero fare respiri profondi. Mi sentivo come se avessi un peso sul petto”, ha detto. Banks è stato costretto a letto per quasi quattro giorni con quei sintomi. “È stata una delle peggiori sensazioni che abbia mai avuto”, ha raccontato. Prima di iniziare a sentirsi un po’ meglio è dovuto andare in ospedale, dove è stato effettuato un test che ha confermato la positività al Covid. Il tutto quando già da diverse settimane aveva la possibilità di vaccinarsi. “Avevo pensato di aspettare un po’ a vaccinarmi per vedere come sarebbe andata”, ha spiegato, motivando così la sua esitazione nel vaccinarsi. “Mi sembrava affrettarlo farlo tra i primi senza sapere ancora molto sui possibili effetti collaterali a lungo termine dei quali oggi non siamo a conoscenza”. L’uomo ha aggiunto: “Credevo che essendo giovane e forte e in ottime condizioni di salute, il Covid non mi avrebbe influenzato in questo modo, ora ne sono pentito”. Il 27enne infatti corre e si allena tutti i giorni e non era particolarmente preoccupato di contrarre il virus, pur avendo raccontato di aver sempre preso tutte le necessarie precauzioni nel suo lavoro di tuttofare. Oggi le sue preoccupazioni sui vaccini sono svanite ed è intenzionato a farsi somministrare la prima dose non appena si sarà rimesso in forma e sarà negativo. “Mi dispiace di non aver già ricevuto il vaccino perchè non avrei voluto passare attraverso le condizioni di salute che sto affrontando in questo momento. Ogni passo che facciamo per porre fine a questo virus è un buon passo”.