Massimo Galli e l’addio (per quindici giorni) alla TV: “Quello che dovevo dire l’ho detto”

Uno dei volti noti della scienza in tv dall’avvento del Coronavirus ha deciso di prendersi una pausa dalle ospitate in tv.

Massimo Galli, infettivologo e professore presso la Statale di Milano, lo ha detto senza mezzi termini durante la puntata di ieri de ‘L’Aria che Tira’.

Sollecitato dalla padrona di casa Myrta Merlino – che gli ha chiesto se fosse vero quanto dettole da un collaboratore (che Galli vorrebbe allontanarsi dal mondo della TV) – il professore ha confermato: “Questa sera sarà la mia ultima volta in TV, quello che dovevo dire l’ho detto”.

“Per almeno 15 giorni ho da lavorare, da studiare, da fare altro. Se non emergono fatti straordinari nuovi preferisco fare a meno non solo di andare in televisione ma anche di rilasciare interviste“.

Il motivo è presto detto, e fa emergere un po’ d’amarezza (d’altra parte già esposta in passato): “Anche perché alcuni signori, presenti inclusi, riescono ad elaborare assolute fake, mettendo assieme affermazioni fasulle, non ho voglia di alimentare la balla quotidiana”.

Massimo Galli, l’ultima ospitata dalla Berlinguer

Ma qual è stata l’ultima ospitata dell’infettivologo?

E’ stata alla Rai, a Cartabianca, dove è ospite – già da mesi – di Bianca Berlinguer.

Galli ha così spiegato ulteriormente la scelta di allontanarsi (almeno per un po’) dalla TV: “Sono un po’ stufo di ripetere le stesse cose. A volte si esasperano le cose finendo in contrapposizioni che non hanno senso a livello scientifico”.

Oltre a ribadire ulteriormente il suo pensiero legato alla necessità di muoversi con molta cautela: “Io non posso che tenere il freno a mano tirato, pur rendendomi conto che gli italiani sono stanchi della situazione oppressiva delle chiusure. Però in questi giorni abbiamo intubato dei quarantenni: è una minoranza ma è una realtà che esiste”.