Servizio anti europeista, trasmissione Rai ‘Anni 20’ al centro delle polemiche

Nel corso del programma ‘Anni 20, trasmesso ieri sera su Rai 2, è stato mandato in onda un servizio anti-Ue. Scoppia la bufera.

La trasmissione di Rai 2, ‘Anni 20’, al centro di incredibili polemiche, per un servizio mandato in onda ieri sera. La trasmissione è iniziata con un servizio inerente a un regolamento approvato dagli Stati membri dell’Ue. Tale regolamento ha dato il via libera a una proposta della Commissione europea che permette l’uso di vermi della farina gialli essiccati come nuovo alimento.

Questo l’inizio del servizio: “Cosa ci offre l’Europa per fine cena? Un gustoso biscotto alla farina di vermi. Un film dell’orrore? No, ce lo chiede l’Europa di mangiare da schifo”.

Una pesante accusa anti-Ue, che ha mandato su tutte le furie Fabrizio Salini, l’amministratore delegato della Rai. L’Ansa ha informato che Salini sarebbe “furioso”, a causa di questo servizio anti europeista.

Bufera sulla trasmissione Rai ‘Anni 20’. Anzaldi: “Disinformazione, falsità, attacco infondato all’Europa”

Sono in molti a chiedere pesanti provvedimenti contro la trasmissione Rai. Queste le dure parole di Michele Anzaldi, deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai: “Disinformazione, falsità, attacco infondato all’Europa, proprio mentre ai vertici ci sono alte personalità italiane. L’europeismo grazie al governo Draghi è ormai condiviso da tutti in Parlamento. Chiederò alla commissione di Vigilanza di occuparsi del servizio trasmesso da Anni 20”.

Dura anche la senatrice del Pd, Valeria Fedeli, capogruppo dem in Vigilanza Rai: “Servizio allucinante. Non trovo altri termini per definirlo. Un condensato di fake news di matrice anti europeista indegno, non solo del servizio pubblico ma del giornalismo in generale. Adesso basta davvero!”.