Sardegna: una vera perla del Mediterraneo

La penisola italiana è affiancata alla sua sinistra da una vera e propria perla del bacino mediterraneo, un luogo magico da scoprire con il suo mare limpidissimo, le spiagge dalla sabbia colore oro e i variegati ecosistemi naturali che ospitano una vasta gamma di specie animali e vegetali.

L’isola è il posto giusto tanto per gli amanti del mare e del divertimento sfrenato quanto per gli appassionati della montagna e del contatto diretto con la natura selvaggia. Al giorno d’oggi, consultare i costi, gli orari, le peculiarità e le navi per la Sardegna è davvero semplice. Le emozioni iniziano con la traversata in mare, lasciandosi cullare dal dolce suono delle onde e dalla brezza marina, proseguono dopo lo sbarco con tutte le bellezze dell’isola e vivranno per sempre nei ricordi del viaggiatore.

Esplorare la Maddalena

In genere, coloro che giungono per la prima volta in Sardegna traghettati da varie parti d’Italia o con la nave da Barcellona hanno il grandissimo desiderio di visitare la Maddalena, al largo della Costa Smeralda, per le sue acque capaci di variare la tonalità. Un gioco continuo di turchese, blu, verde smeraldo ed azzurro determinato dalla posizione stessa dell’arcipelago nelle Bocche di Bonifacio e dai fondali bassi.

Un paradiso terrestre che può essere esplorato in seguito allo sbarco nel porto stupendo di Santa Teresa di Gallura. Dalla città di Genova non è raggiungibile direttamente con la nave e bisogna fare una breve tappa ad Olbia. La stessa procedura opera nel caso di partenza fissata da Civitavecchia con una durata complessiva del viaggio che sfiora le 10 ore. La tappa intermedia ad Olbia può essere l’occasione per scoprire una città ricca di bellezze naturale, di arte e di storia.

Una storia antica che vede il susseguirsi di diverse civiltà compresi i romani che diedero un grandissimo contributo allo sviluppo della città. Uno dei punti di maggiore interesse per i nuovi arrivati è indubbiamente il centro storico del borgo a due passi proprio dal porto dove è dato ammirare una vita fatta di tradizioni millenarie e saperi quasi dimenticati dalla modernità. Un patrimonio artistico sicuramente da tutelare e preservare per le generazioni future.

I costi generali per raggiungere la Maddalena

Dunque, per poter visitare la Maddalena, da parte di chi è appena sbarcato in Sardegna, bisogna compiere una serie di passaggi fondamentali. Dopo l’arrivo della nave nel porto di Olbia, salpata dalle varie zone d’Italia ritenute ammissibili, si dovrà ricercare un mezzo come un piccolo battello oppure un’auto noleggiata per lo spostamento verso Santa Teresa di Gallura, il punto d’ingresso per l’arcipelago parte integrante di un parco naturale stupendo. Il costo complessivo dell’intero itinerario non è elevatissimo ma potrebbe subire delle variazioni a seconda dei periodi stagionali.

Si consideri che nel periodo estivo c’è una grande affluenza di turisti, un maggiore volume d’affari ed una lievitazione generale dei prezzi. Un costo sicuramente ripagato dalle sensazioni, dalla meraviglia e dal mix speciale di colori scintillanti offerto dall’arcipelago sardo. Un bagaglio di esperienze che resta per sempre nel cuore e nella memoria del turista.